ANNO DI APPROVAZIONE
1995
TITOLO
Electromagnetic compatibillity
continuing education
CONTRAENTE
COREP-Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24
10129 Torino
Tel. 011/5645108
Fax 011/5645199
SETTORE
II
MISURA
1.1.C/95
DURATA
3 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Michele Patrissi
PARTENARIATO (nazionale/transnazionale)
TECHNISCHE HOCHSCHULE DARMSTAD (Germania) - INSTITUT NATIONAL POLYTECHNIQUE DE GRENOBLE (Francia) - UNIVERSITY OF NOTTINGHAM (Regno Unito) - TECHNISCHE UNIVERSITEIT EINDHOVEN (Olanda) - POLITECNICO DI TORINO (Italia) - UNIONE INDUSTRIALE TORINO (Italia)
SETTORE INTERVENTO
Elettrico/Elettronico
IMPATTO PREVISTO
Settoriale
PAROLE CHIAVE
Formazione continua/
Autoformazione
OBIETTIVI
* Riqualificare gli addetti di imprese pubbliche e private alla creazione di nuove figure professionali.
* Progettare un programma di F.P.C. nel campo della Compatibilità Elettromagnetica, differenziando i prodotti didattici in funzione delle diverse esigenze di formazione, contribuendo ad innovare il sistema formativo continuo attraverso l'utilizzo di tecnologie multimediali e l'utilizzo di self-training.
BENEFICIARI
* Tecnici e personale impiegato in impresa (PMI).
* Centri di formazione pubblici e privati.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE

Il prodotto realizzato dal progetto è un CD-ROM multimediale intitolato "ECC" relativo al settore della compatibilità elettromagnetica. La realizzazione del prodotto ha preso avvio dall'applicazione della direttiva europea 89/336/ECC con la quale si stabilisce l'obbligo, nella produzione di apparecchiature contenenti componenti elettriche ed elettroniche, ad adeguarsi agli standard europei relativi alla compatibilità elettromagnetica (EMC= Electromagnetic Compatibility). L'obiettivo di questa nuova direttiva è quello di creare un ambiente elettromagnetico di qualità. In accordo con questa direttiva deve essere assicurata la conformità dei prodotti grazie ad una autocertificazione che attesti la compatibilità del prodotto con altri apparecchi e in generale con l'ambiente esterno (esempio non deve essere disturbato da altri segnali che provengono dall'ambiente e a sua volta non deve disturbare nessun altro strumento).

I partner del progetto hanno ritenuto necessario sviluppare un percorso formativo che permetta ai disegnatori e ai tecnici elettronici industriali di soddisfare il bisogno di formazione in questo campo. Lo strumento realizzato mette a disposizione un sistema di formazione permanente nel settore della compatibilità elettromagnetica e sviluppa una nuova tecnica di apprendimento accessibile da chiunque interessato all'argomento. Il CD-ROM offre indicazioni precise sulla normativa e sulle strumentazioni e misure tecniche da adottare. L'utente ha inoltre la possibilità di imparare a costruire sistemi elettrici che corrispondono agli standard EMC.

Al suo interno il CD-ROM è organizzato in modo ipertestuale seguendo una organizzazione gerarchica triangolare: ogni modulo è organizzato in sotto paragrafi e le pagine sono il livello ultimo della struttura. L'ipertesto è strutturato in modo tale da permettere una libera navigazione al suo interno. Due bottoni (Forward e Backward) permettono di navigare in maniera sequenziale, altri 5 bottoni (Up, Menu, Map, Index e History) permettono il controllo della navigazione. Le "hotwards" presenti nelle immagini e nel testo permettono all'utilizzatore di muoversi da un paragrafo ad un altro e da un argomento ad un altro. Ogni livello della struttura è caratterizzato da un colore diverso per permettere all'utente di sapere esattamente dove si trova.

Il CD-ROM può essere utilizzato da chiunque interessato all'argomento, per un proficuo risultato è comunque importante avere una sufficiente conoscenza nel campo della compatibilità elettromagnetica. Attraverso alcune sezioni di autovalutazione il discente è in grado di verificare il livello di apprendimento raggiunto. Il CD-ROM è accompagnato da una brochure informativa che spiega gli elementi caratterizzanti lo strumento informatico e da un manuale dell'utente.

Il CD-ROM è disponibile in lingua inglese e la versione definitiva può essere richiesta alla struttura contraente del progetto.