ANNO DI APPROVAZIONE
1996
TITOLO
Turismatica Multimediale
CONTRAENTE
ENDO-FAP
Via IV Novembre, 47
61032 Fano (PS)
Tel. 0721/804770-830161
Fax 0721/801462
SETTORE
I
MISURA
1.1.A/5
DURATA
2 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Giancarlo Olivetti
PARTENARIATO (nazionale/transnazionale)
ATRIS S.A.(Grecia) - GRETA LEMAN (Francia) - ISTITUCION PAU CASALS (Spagna) - LYCEE JULES MICHELET (Francia) - OSTERIA SUL LAGO (Italia) - AMM.NE PROVINCIALE PESARO- URBINO (Italia) - F.I.C.I.A.P. VENETO (Italia) - ALBERGO MIETTA (Italia) - COMUNE DI MONDAVIO (Italia) - ARTU (Italia) - F.I.C.I.A.P. VENETO (Italia) -
SETTORE INTERVENTO
Beni culturali e turistici
IMPATTO PREVISTO
Regionale/Settoriale/Dialogo sociale
PAROLE CHIAVE
Cambiamenti organizzativi/
Integrazione sistemi/
Nuove tecnologie e formazione/
Orientamento
OBIETTIVI
* Individuare e pianificare strategie d'integrazione operativa tra Scuole o Istituti Superiori del Sistema Scolastico Pubblico e Centri di Formazione Professionale.
* Scambiare informazioni, esperienze, know-how e metodologie didattiche con i partner transnazionali.
* Definire le skill della figura professionale e progettare congiuntamente con i partner un itinerario per la qualificazione di progettisti di interventi di interesse turistico-culturale.
* Individuare azioni di pre e post orientamento degli utenti sul mercato del lavoro e predisporre un sistema di aggiornamento professionale in continuo dei giovani neoformati.
BENEFICIARI
* Giovani inoccupati e disoccupati.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE

Il prodotto finale è costituito da una guida per la realizzazione di un corso di formazione e/o specializzazione per "Progettisti di interventi d'interesse turistico-culturale". La guida si rivolge a formatori, progettisti e gestori di programmi di formazione ed ha come utenti finali e possibili allievi del corso i giovani diplomati e in formazione professionale iniziale, con particolare riguardo agli studenti in possesso di diplomi poco spendibili sul mercato del lavoro ed ai giovani da tempo lontani dal sistema educativo.

La guida, dopo una breve introduzione, risulta così schematicamente articolata: analisi delle opportunità occupazionali nel settore turistico, a livello internazionale e comunitario, e dei possibili scenari futuri; studio dell'influenza macroeconomica del turismo in singole realtà nazionali, vale a dire in Italia (con particolare riguardo al contesto della regione Marche), in Gran Bretagna, in Grecia ed in Spagna (Catalogna); analisi dell'impatto delle nuove tecnologie sull'industria del turismo (segnatamente su produttori di servizi, mediatori ed utenti), in termini di cambiamenti sociali ed organizzativi; indagine transnazionale sull'offerta e sulla domanda di formazione nel settore, sui crediti formativi, sulle tecniche e sulle metodologie formative utilizzate e ricognizione delle figure professionali esistenti ed emergenti; definizione del nuovo profilo professionale ed analisi delle possibili modalità per la certificazione dello stesso.

La figura formativa traguardo, negli intenti della guida, è un soggetto capace di gestire un evento turistico-culturale in tutte le sue fasi, dalla progettazione alla realizzazione finale, con l'ausilio delle moderne tecnologie multimediali. In particolare, il professionista in progettazione turistica è in grado di effettuare analisi di mercato, di pianificare strategie competitive di comunicazione e promozione, di definire modalità innovative di intervento turistico-culturale a livello locale e di coordinare e gestire risorse umane ed economiche.

Il contenuto formativo suggerito dalla guida per acquisire tali competenze è articolato per aree tematiche, da sviluppare in ciascun paese secondo le rispettive esigenze formative: marketing e comunicazione, economia e management, legislazione in materia di turismo, area linguistica, storia generale e storia dell'arte, geografia e sociologia, e così via; una particolare importanza assume, in virtù delle attività che il progettista sarà chiamato a svolgere, la formazione in materia di informatica e multimedialità.

La metodologia formativa prescelta è quella classica del front-training con il supporto di un tutor, integrata da visite e stage operativi in aziende del settore.

La guida, nella sua versione definitiva, è un testo cartaceo in lingua inglese. Per ulteriori informazioni, si può contattare l'ente contraente.