ANNO DI APPROVAZIONE
1995
TITOLO
Infokit. Improving the access and the
management of strategic information
for SMEs
CONTRAENTE
Istituto Guglielmo Tagliacarne
Appia Pignatelli, 62
00178 Roma
Tel. 06/780521
Fax 06/7842136
SETTORE
II
MISURA
1.1.A/49
DURATA
2 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Alfonso Feleppa
PARTENARIATO (nazionale/transnazionale)
ARIST AQUITAINE (Francia) - ATLANTECH (Francia) - PAYS DE LA LOIRE INNOVATION (Francia) - CRCI PAYS DE LA LOIRE (Francia) - ARIST PAYS DE LA LOIRE (Francia) - STEINBEIS STIFTUNG (Germania) - GAZTE EKINTZA (Spagna) - INFORMACION Y DESARROLLO (Spagna) - TEAM SRL (Italia)
SETTORE INTERVENTO
Produttivo
IMPATTO PREVISTO
Europeo
PAROLE CHIAVE
Piccole e Medie Imprese/
Formazione formatori/
Learning organisation
OBIETTIVI
* Supportare le PMI nella gestione delle informazioni strategiche.
* Stimolare l'interesse e la conoscenza delle informazioni strategiche nelle PMI.
* Offrire strumenti operativi per l'autodiagnosi dei bisogni formativi.
* Sviluppare una metodologia di autoapprendimento e seminari formativi sulle applicazioni dei processi di apprendimento organizzativo per lo sviluppo di capacità interne.
* Supportare i centri di servizio affinché sviluppino e gestiscano informazioni per le PMI, attraverso la gestione di metodologie e la gestione di flussi comunicativi.
BENEFICIARI
* Formatori, consulenti e esperti dei Centri di Servizi alle imprese.
* Quadri e dirigenti delle PMI.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE

Il prodotto del progetto consiste in una guida a stampa volta all'autodiagnosi e all'autoapprendimento dei dirigenti, dei responsabili delle risorse umane e dei formatori delle Piccole e Medie Imprese, affinché acquisiscano competenze necessarie a supportare le stesse PMI nella diagnosi ed accesso ad informazioni strategiche.

La guida è divisa in due parti, di cui la prima, una guida all'autodiagnosi, mira ad aiutare le Piccole e Medie Imprese nella comprensione dei propri bisogni informativi e nell'indirizzarli attraverso la selezione di informazioni più utili all'organizzazione, la seconda, invece, consiste in una breve serie di studi di caso, per semplificare e valutare i meccanismi della gestione delle informazioni nelle Piccole e Medie Imprese.

La guida all'autodiagnosi e gli studi di caso costituiscono prodotti complementari del medesimo sentiero formativo. Questi strumenti permettono infatti di sviluppare la consapevolezza che una corretta gestione dell'informazione permette all'azienda di crescere in termini produttivi e di far acquisire delle competenze tecniche in grado di supportare e orientare l'imprenditore ad identificare, comprendere, scegliere le informazioni più appropriate al fine di risolvere i problemi e le decisioni di tutti i giorni.

La guida è strutturata in quattro sezioni, di cui la prima consiste in una lista di domande che aiutano l'imprenditore e il manager a definire di quali tipi di informazioni abbia bisogno l'imprenditore e perché, la seconda descrive all'utilizzatore dello strumento i contenuti dell'informazione in relazione ad un determinato problema aziendale, la terza sezione suggerisce, per ogni cluster di informazione contenuta in una matrice appositamente costituita, l'intera fonte informativa, la quarta sezione della guida presenta alcuni studi di caso e spiega come alcune imprese hanno utilizzato con successo le informazioni per accrescere le proprie performance. Ogni sezione è concettualmente collegata alle altre e alcuni specifici segnali di riferimento guidano la lettura, in ogni modo ogni parte possiede una sua propria autonomia concettuale e può essere utilizzata separatamente.

La guida, che è completamente terminata, è uno strumento in autoapprendimento in parte su supporto cartaceo, in parte su floppy disk (limitatamente alla sezione 3 della guida) ed è disponibile in inglese, italiano, francese, spagnolo presso la sede del contraente.