ANNO DI APPROVAZIONE
1995
TITOLO
JOINTNESS. Development of knowledge
and skills of trade union. Enterprise
joint committee members
CONTRAENTE
FIM-FIOM-UILM
C.so Trieste, 36
00198 Roma
Tel. 06/852621
Fax 06/85262464
SETTORE
II
MISURA
1.1.A/48
DURATA
2 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Giuseppe Maurizio Silveri
PARTENARIATO (nazionale/transnazionale)
TAVISTOCK (Regno Unito) - AEEU (Regno Unito) - SWEDISH INSTITUTE OF WORK LIFE RESEARCH (Svezia) - UGT METAL (Spagna) - CC.OO. METAL (Spagna) - FIAT-AUTO (Italia) - ISVOR-FIAT (Italia) - COSORZIO MIP (Italia)
SETTORE INTERVENTO
Automobilistico
IMPATTO PREVISTO
Dialogo sociale
PAROLE CHIAVE
Flessibilità offerta formativa/
Dialogo sociale/
Cambiamenti organizzativi
OBIETTIVI
* Assicurare ai membri sindacali di comitati congiunti d'impresa un livello comune di know-how e di strumenti metodologici che li aiutino a capire l'impatto dei cambiamenti nel sistema organizzativo in relazione alle condizioni di lavoro, la natura degli skills professionali richiesti e le metodologie utili ad incoraggiare l'aggiornamento continuo delle competenze.
BENEFICIARI
* Aziende che hanno istituito i comitati congiunti impresa-sindacato.
* Organizzazioni sindacali.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE

Il prodotto del progetto consiste in una pubblicazione cartacea in lingua italiana e inglese contenente:

1. una ricerca comparata sull'attività, sul funzionamento e sui metodi di lavoro delle commissioni congiunte sindacato-impresa in alcune delle principali industrie automobilistiche europee (Fiat-Sata, Opel-GM, Rover, Volvo, Volkswagen).
L'analisi dei risultati della ricerca ha prodotto un documento che sintetizza e integra i cinque report nazionali, che hanno preso visione del contesto delle relazioni industriali nei vari paesi e il funzionamento delle Commissioni congiunte (azienda-sindacato) nelle fabbriche prescelte.
Il documento mira, da un lato a fornire un quadro di lettura comune e a riassumere i principali risultati raggiunti dalla ricerca, dall'altro a proporre uno schema interpretativo dei casi, utile per la definizione del fabbisogno formativo dei membri delle commissioni congiunte e per lo sviluppo del progetto di intervento formativo.
L'analisi sul campo ha indicato, attraverso metodologie di taglio partecipativo, i bisogni di crescita cognitiva dei membri della Commissione in relazione a: identificare e analizzare problemi, individuare soluzioni, trasmetterle e applicarle. L'analisi del processo di lavoro della Commissione e della natura dei problemi affrontati ha specificato, accanto alle competenze metodologiche/trasversali, anche alcune competenze tecnico-specialistiche relative alle tecnologie ed al modello organizzativo dello stabilimento.

2. una ricerca sulle aspettative e sui bisogni formativi dei partecipanti alle Commissioni congiunte dello stabilimento di Melfi allo scopo di mettere a punto un progetto formativo per sostenere le commissioni nel loro processo di crescita, attraverso un programma di formazione articolato su quattro moduli:
- evoluzione delle relazioni industriali e del business aziendale;
- organizzazione del lavoro e organizzazione della produzione;
- ambiente e sicurezza;
- metodi per l'analisi dei problemi e per la decisione condivisa.

Il progetto formativo è stato successivamente valutato da tutti i partner anche sotto il profilo della sua trasferibilità, per poi essere sperimentato attraverso un test basato sull'erogazione dei suddetti quattro moduli ai membri di una commissione congiunta dello stabilimento Fiat-Sata di Melfi.

A seguito dell'erogazione del programma di formazione ai membri della Commissione lastratura di Melfi si è giunti alla conclusione di prevedere l'apprendimento sia di competenze metodologiche sia di competenze tecnico/specialistiche.
I risultati del progetto, contenuti nella pubblicazione, sono destinati ai quadri e direttori responsabili delle risorse umane, ai formatori, ai rappresentanti sindacali, ai rappresentanti di organismi paritetici, ai rappresentanti di associazioni di lavoratori.

Il prodotto del progetto è disponibile in versione integrale in una pagina WEB ( http://www.cgil.it/fiom) e lo stesso materiale è consultabile sulla pagina WEB dell'Innovation Center Larice (http://www.mip.polimi.it/jointness) che provvederà alla diffusione dei risultati del progetto.