ANNO DI APPROVAZIONE
1995
TITOLO
Edinor - Development of a training curriculum for trainers
CONTRAENTE
REGIONE TOSCANA
Via Farini, 9
50121 Firenze
Tel. 055/4382629
Fax 055/4382600
SETTORE
I
MISURA
1.1.E/40
DURATA
3 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Paolo Bernabei
PARTENARIATO (nazionale/transnazionale)
FAW (Germania) - ACER (Regno Unito) - RBO NOORD en MIDDENLINBURG (Olanda) - DISTRETTO SCOLASTICO N. 33 (Italia) - I.P.S.C.T. "CECCHERELLI" (Italia) - I.P.S.I.A. "VOLTA" (Italia) - EFVET (Italia)
SETTORE INTERVENTO
Formativo
IMPATTO PREVISTO
Europeo/
Nazionale
PAROLE CHIAVE
Abbandono scolastico/
Lotta all'esclusione/
Nuove tecnologie e formazione
OBIETTIVI
* Combattere i fenomeni di abbandono e di esclusione sociale di giovani e di adulti che hanno perduto il lavoro a seguito di gravi crisi industriali settoriali.
* Migliorare e adeguare la formazione dei formatori che interfacciano queste tipologie di utenti.
BENEFICIARI
* Giovani di età compresa tra i 16 e i 25 anni che hanno abbandonato la scuola o che sono sul punto di farlo.
* Adulti disoccupati o in attesa del primo impiego.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE

Il prodotto realizzato è un manuale dal titolo “La prevenzione dell’abbandono degli studenti e la formazione degli adulti”, disponibile sia su Cd-Rom che su supporto cartaceo.

Il Cd-Rom è suddiviso in diverse sezioni a cui si accede attraverso un indice generale. Inoltre, sono presenti dei pulsanti di navigazione che permettono gli spostamenti tra le varie sezioni, l’attivazione o disattivazione dei suoni, la visualizzazione della mappa, ecc.

Nelle prime tre sezioni è presente una descrizione del progetto, con particolare riferimento al contesto, agli obiettivi e al partenariato.

Nella quarta sezione sono riportate le esperienze dei quattro partner del progetto (Germania, Italia, Inghilterra, Olanda).

Per quanto riguarda l’Italia sono presentate due esperienze. La prima è stata realizzata dall’IPSSCT “Alberto Ceccherelli” di Piombino. Sono state individuate delle metodologie e dei programmi sperimentali per affrontate le problematiche del disagio giovanile e dell’abbandono scolastico. L’intervento sui casi a rischio è stato suddiviso in tre parti: Comunica; Didattica; Orienta. La seconda esperienza, realizzata dall’IPSIA “A. Volta” di Piombino, è un modello formativo rivolto ad adulti disoccupati a rischio di esclusione sociale, che si pone come principale obiettivo quello di offrire agli utenti finali delle aspettative realistiche in campo professionale, soddisfazione nell'apprendimento, capacità di relazione, confidenza con gli strumenti multimediali, specifiche competenze professionali. Il modello formativo è stato sviluppato i sette segmenti.<BR><BR> Il partner Olandese ha concentrato le sue attenzioni su giovani di età compresa tra i 16 e i 22 anni affetti da problemi (abbandono scolastico ecc.), utilizzando come metodologia di intervento la gestione dei casi, che è stata strutturata in diverse fasi: strategia, assessment, diagnosi, pianificazione e valutazione. Il partner tedesco ha lavorato essenzialmente con i giovani che hanno problemi di apprendimento, utilizzando le nuove tecnologie per focalizzarsi sul processo di apprendimento e sul sostegno motivazionale.<BR><BR> L’esperienza inglese si compone di cinque casi studio che affrontano in modo diverso le tematiche del disagio giovanile e dell’abbandono scolastico.<BR> Inoltre, nella stessa sezione, è possibile visionare suggerimenti e proposte maturate nel corso del progetto e una lista degli adempimenti che fanno riferimento ai casi studiati. Infine, nell’ultima sezione è presente un curriculum per formatori, con la proposta di due moduli didattici.<BR> <BR> Il manuale è rivolto ai formatori, progettisti e gestori di programmi di formazione, ai quadri, responsabili direttori di risorse umane, agli specialisti di formazione e pianificatori a livello regionale ai rappresentanti di organismi paritetici. I beneficiari diretti sono disoccupati e personale sotto qualificato.<BR><BR> Il prodotto è disponibile in italiano ed inglese e può essere richiesto all’organismo contraente. </FONT> </TD> </TR> </TABLE> </BODY> </HTML>