ANNO DI APPROVAZIONE
1998
TITOLO
Progetto per l’acquisizione di nuove competenze nella prevenzione e primo intervento in caso di eventi calamitosi - SAFETY
CONTRAENTE
  Sezione Autonoma Costruttori Edili dell’Associazione fra gli Industriali della Provincia di Terni
Via Pacinotti, 34
05100 Terni
Tel. ++39-0744-421746
Fax ++39-0744-429197

SETTORE
I
MISURA
1.1.A/361
DURATA
2 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Stefano Salvati Scafidi

PARTENARIATO
ARBEIT UND LEBEN (Germania) - K.E.A. (Grecia) - FORMEDIL (Italia) - CARITAS (Italia) - VEB CONSULT S.R.L (Italia) - UNIVERSITA’ DI PERUGIA (Italia) - CASSA EDILE DI TERNI (Italia) - PROVINCIA DI TERNI (Italia) - UMBRA SYS S.N.C. (Italia) - OO.SS.L. (F.L.C.) (Italia) - SCUOLA EDILE MESSINA (Italia) - SCUOLA EDILE REGGIO CALABRIA (Italia) - ZESPOL SZKOL ZAWODOWYCH BUDOSTAL (Polonia) - UNIWERSYTET KRAKOWISKI (Polonia)

SETTORE INTERVENTO
Ambiente

IMPATTO PREVISTO
Settoriale

PAROLE CHIAVE
Sviluppo nuove competenze

OBIETTIVI
Mettere a punto un dispositivo di formazione flessibile finalizzato alla creazione di un nuovo profilo professionale che risponda alle esigenze ed ai bisogni legati ad eventi calamitosi e all’autoprotezione dei cittadini. La figura professionale deve essere in grado di gestire preventivamente e/o in prima istanza situazioni di emergenza, migliorando la qualità della prevenzione e l’efficienza degli interventi, riducendo la dispersione di risorse economiche.

BENEFICIARI
• Giovani diplomati.
• Giovani in formazione professionale iniziale.
Gestori della formazione, Progettisti, Formatori

PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE
Obiettivo principale del progetto è quello di mettere a punto un dispositivo di formazione flessibile finalizzato alla creazione di un nuovo profilo professionale che abbia le competenze per gestire preventivamente o in prima istanza situazioni di emergenza in caso di eventi calamitosi, migliorando la qualità della prevenzione e l’efficienza degli interventi, e riducendo, inoltre, la dispersione delle risorse tecnico-economiche.
Il problema del rischio di calamità, pur riguardando in particolare alcune aree geografiche, coinvolge tutti i paesi chiamati ad intervenire con risorse umane e finanziarie nelle aree colpite dall’emergenza; per tali motivi, il percorso formativo a livello dei contenuti risulta, oltre che flessibile nei tempi e nei modi dell’erogazione, estremamente adattabile ai diversi contesti territoriali.
Beneficiari diretti del prodotto risultano essere i giovani diplomati o in formazione professionale iniziale, nonché i soggetti coinvolti nella progettazione e nell’erogazione dei contenuti formativi; beneficiari indiretti saranno, anche, gli enti di formazione, le istituzioni pubbliche e le imprese del settore edile.
Il prodotto finale realizzato è un CD-Rom, multimediale e interattivo, redatto nelle lingue italiano ed inglese, che rappresenta il dispositivo di formazione semiautonoma con tutoring periodico e che utilizza i seguenti metodi formativi: analisi dei casi, problem-solving, simulazioni di caso, role-playing.
Il CD-Rom è articolato in quattro sezioni, corredate da un test di verifica per valutare il livello di apprendimento, ed un test finale per conoscere la soddisfazione del fruitore rispetto ai contenuti formativi erogati.
Nella prima sezione, denominata Prevenzione dell’evento calamitoso, vengono descritte alcune tecniche didattiche e di comunicazione affinché l‘operatore possa relazionarsi in modo più efficace con persone di ogni tipo e trasferire loro le informazioni essenziali sugli eventi calamitosi che possono verificarsi sul territorio, nonché i comportamenti adeguati da adottare in tali circostanze.
Nella seconda sezione, denominata Norme comportamentali, vengono fornite nozioni generali ad uso dell’operatore, sia gli interventi preventivi e precauzionali che possono essere attuati nelle aree più a rischio, come programmi di informazione nei confronti della popolazione, assetto del territorio con piani urbanistici adeguati e mirati, sia i comportamenti da adottare in situazioni di emergenza; nozioni generali, sia preventive e precauzionali, sia in situazioni di emergenza, vengono fornite anche ad uso della popolazione; altro aspetto interessante della sezione è quello relativo al comportamento che l’operatore deve adottare con le vittime di eventi calamitosi, riuscendo a classificare tempestivamente le urgenze e le patologie possibili.
Nella terza sezione, denominata L’intervento dopo l’emergenza, sono descritti gli interventi che l’operatore deve effettuare dopo un qualsiasi evento disastroso e che
sono incentrati principalmente sul sostegno psicologico e sull’ascolto delle vittime.
Nella quarta sezione, denominata Sezione specialistica, vengono descritte le caratteristiche specifiche dei quattro paesi partner coinvolti nel progetto, Italia, Polonia, Grecia, Germania, relativamente alla tipologia dei rischi e alle infrastrutture presenti. Per ogni contesto territoriale sono forniti suggerimenti sui comportamenti adeguati da adottare in caso di emergenza e viene presentata la simulazione di un piano di evacuazione. In questa sezione è possibile visionare i documenti, oltre che in italiano e in inglese, anche nelle lingue dei paesi partner.

Il Cd-Rom è disponibile presso l’ente contraente.