ANNO DI APPROVAZIONE
1998
TITOLO
Well - Web environment for language learning for trade union and vocational training sectors
CONTRAENTE
SIN.FORM.
Sinergie per la Formazione
Via Cairoli, 3f
40121 BOLOGNA
Tel. ++39-051-252552
Fax ++39-051-251440
E-Mail - sinform@sinform.dsnet.it


SETTORE
III
MISURA
1.A/353
DURATA
2 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Paola Pasotto

PARTENARIATO
ASE (ETUCO) (Belgio) - FOREM (Spagna) - CGIL (Italia) - UNIVERSITY OF NORTHUMBRIA (Regno Unito) - CISL (Italia) - UIL (Italia) - UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BOLOGNA (Italia) - ADEIT (Spagna)

SETTORE INTERVENTO
Formativo

IMPATTO PREVISTO
Europeo
Dialogo sociale

PAROLE CHIAVE
Insegnamento/Apprendimento competenze linguistiche

OBIETTIVI
• Consolidare e ampliare l'offerta formativa rivolta agli operatori sindacali e della formazione professionale finalizzata all'acquisizione delle competenze linguistiche relative alla lingua inglese.
• Sistematizzazione dei materiali didattici prodotti in precedenti progetti Lingua e Leonardo secondo le metodologie della formazione a distanza e la produzione di ulteriori strumenti che arricchiscano e potenziano quelli già elaborati.


BENEFICIARI
• Organismi sindacali e strutture di formazione professionale.

PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE
Il progetto si è proposto uno sforzo di ricerca e risistematizzazione del materiale linguistico precedentemente elaborato nell’ambito di iniziative aderenti a programmi e linee di azione comunitarie, nell’ambito della formazione linguistica di coloro che operano nei sindacati. I risultati di queste attività sono confluiti in un pacchetto articolato ed omogeneo di risorse e strumenti didattici, tutti reperibili nel sito dell’ente contraente, http://corsi.odl.net/well, che è da considerarsi il primo prodotto del progetto.
In seguito all’acquisizione di una prospettiva comunitaria ed europea anche nel mondo delle organizzazioni sindacali, e del conseguente bisogno di percorsi didattico-linguistici specifici per i soggetti coinvolti, i promotori del progetto hanno voluto anzitutto tracciare delle linee di percorso interne a quanto già realizzato in ambito comunitario per la formazione linguistica degli operatori e dei rappresentanti di enti sindacali. Come lingua target è stato prescelto l’inglese in quanto lingua veicolare nell’ambito delle relazioni e degli scambi internazionali in Europa.
La mappa dei percorsi linguistici, raggiungibile direttamente dalla home page del sito, descrive e colloca, secondo diversi percorsi, alcuni dei più significativi prodotti didattici realizzati per l’apprendimento della lingua inglese, rivolti in particolare al settore sindacale, della formazione professionale e della piccola e media impresa, prodotti e sperimentati nell’ambito di precedenti progetti comunitari. Obiettivo di questo strumento è fornire, sia al formatore, sia al discente, una panoramica dell’offerta formativa linguistica destinata agli operatori e dirigenti dei sindacati, nonché un dettagliato e ragionato repertorio delle possibili risorse e degli strumenti di apprendimento. La mappatura è stata realizzata secondo diverse angolazioni. Vi è anzitutto un percorso principale che integra le due linee guida in base a cui sono stati elaborati i percorsi: una è quella basilare della progressione linguistica, secondo una gerarchia di argomenti grammaticali e lessicali sempre più complessi e completi; l’altro è quello della specializzazione linguistica, tendente a fornire soprattutto nozioni di ordine comunicativo e terminologico utili ad orientarsi nello stile e nelle convenzioni comunicative di un determinato settore, quello sindacale. L’insegnante o lo studente interessato hanno così a disposizione una visione panottica dei diversi percorsi formativi disponibili, con la possibilità, per ogni pacchetto didattico menzionato, di visionare i dati specifici relativi al progetto in una accurata scheda descrittiva che ne riporta il programma comunitario di riferimento, i dati anagrafici, la tipologia di prodotto, il contesto di fruizione, nonché una serie di aspetti didattici e metodologici. La mappa fornisce alcune opzioni per i livelli base (come “EETU 1 e 2 - English for European Trade Unionists”, Programma Lingua 95) e per i livelli avanzati (ad esempio “METE - Multimedia English for Trade Unionists” Programma Leonardo 97). Accanto al percorso principale sono stati elaborati tre percorsi specifici per livello: uno scandisce il passaggio dal livello principianti a quello intermedio basso; uno il passaggio da intermedio basso a intermedio alto; l’ultimo conduce dal livello intermedio a quello avanzato. Un altro dei percorsi elaborati si basa su una progressione degli elementi specialistici e professionalizzanti: si passa da corsi base con un contenuto solo blandamente specifico, a corsi avanzati di lingua tecnica. Vi è poi un’ultima mappa che suddivide i materiali didattici nei due settori di riferimento: quello formativo e quello sindacale. La mappa è corredata di un elenco di tutti i pacchetti didattici presi in considerazione, che vanno così a comporre un repertorio esplorabile per livello, tipo di supporto, contesto di utilizzo e destinatari.
Dalla home page di progetto è possibile accedere anche ai due moduli linguistici realizzati nell’ambito delle attività progettuali. I due moduli si rivolgono a operatori e rappresentanti sindacali e propongono due diversi livelli di apprendimento: uno si colloca su un livello base (“Waystage Level”), l’altro a un livello intermedio basso (“Threshold Level”).
Entrambi i moduli sono strutturati in 5 sezioni relative alle aree/abilità linguistiche (ascolto; lettura; scrittura; conoscenze lessicali; conoscenze grammaticali). All’interno di ogni sezione l’utente va a confrontarsi con quesiti e attività miranti a consolidare determinate strutture e conoscenze linguistiche. Sono proposte diverse tipologie di esercizi: scelta multipla; vero/falso; completamento; abbinamento; risposta aperta; risposta multipla; ordinamento. I materiali linguistici fanno riferimento a situazioni specifiche del settore sindacale.
La sezione relativa al listening propone conversazioni e interviste riguardanti attività quotidiane e presentazioni informali di rappresentati sindacali . All’apprendente è richiesto di identificare i fatti menzionati, e/o di effettuare un ascolto selettivo individuando espressioni chiave e strutture funzionali utili.
La parte dedicata al reading richiede all’utente di estrarre informazioni da fonti scritte riguardanti attività quotidiane di complessità linguistica variabile a seconda dei due moduli, e di identificare la funzione di alcuni connettivi testuali di base.
La sezione writing fornisce nozioni sulle convenzioni sociolinguistiche della comunicazione scritta a livello formale e informale, con attività di produzione scritta controllate dal software.
La parte denominata vocabulary ha l’obiettivo di rafforzare, riutilizzare e ampliare il vocabolario. Le parole che possono risultare nuove o non familiari sono evidenziate e corredate di spiegazioni in inglese e in italiano.
L’ultima sezione, intitolata grammar, si concentra sulle strutture grammaticali incontrate nel corso delle attività. Gli argomenti grammaticali del primo modulo sono:
- Present simple;
- Adverbs of frequency;
- Present continuous;
- Past simple;
- Present perfect;
- Comparative and superlative adjectives.

Gli argomenti del secondo modulo sono ivece i seguenti:
- Question forms;
- What…like?;
- Going to;
- Present simple and present continuous;
- Make and do.

Il percorso di apprendimento prevede anche dei test di ingresso e finali relativi ai due livelli.
I due entry test, relativi ai due diversi moduli, contengono 11 esercizi, e hanno l’obiettivo di valutare le competenze e conoscenze pregresse dell’apprendente, individuandone il livello e il giusto percorso formativo. Gli skills che i test vanno a verificare sono gli stessi che scandiscono la didattica dei moduli: ascolto; lettura; scrittura; conoscenze lessicali; conoscenze grammaticali. Gli esercizi di verifica sono di diverse tipologie: scelta multipla; vero/falso; completamento; abbinamento. I due exit test invece si compongono di 15 esercizi ciascuno, delle stesse tipologie già menzionate, e hanno l’obiettivo di verificare e valutare il grado di conoscenza e competenza raggiunto dall’allievo.
Per supportare la fruizione individuale e la gestione del tutoring sono state realizzate due diverse guide: la Guida Tutor e la Guida Utente. Entrambi gli strumenti sono reperibili e stampabili in formato PDF cliccando sulla dicitura “Download” della home page. Il secondo prodotto, la Guida Tutor contiene informazioni utili relative alla struttura del progetto, alla modalità di utilizzo dei materiali didattici e alla gestione del tutoring. Si divide in una parte didattica, in cui vengono descritte le attività e i risultati del progetto e in una di carattere operativo, legata in modo specifico alle esigenze e i compiti del tutor.
Il terzo prodotto, la Guida Utente, differisce da quella destinata al tutor solo nella parte di carattere operativo, in cui viene fornito un supporto alla fruizione del corso in modalità di auto-apprendimento.
È stato inoltre realizzato un quarto prodotto, esclusivamente il lingua inglese, il “Language Tutor’s Manual”, uno strumento di approfondimento e aggiornamento per tutors all’apprendimento linguistico di operatori e funzionari delle organizzazioni sindacali europee. Il manuale nasce come riflessione intorno alle buone pratiche relative all’attività di supporto tutoriale all’acquisizione della lingua settoriale, in particolare quella destinata ai sindacalisti. Il documento si divide in tre sezioni:
- The target group;
- Methodological principles;
- Practical methodology and learner autonomy.

La prima parte si occupa del rapporto tra tutor e apprendente, definendo l’orientamento specifico che il tutor dovrebbe assumere in relazione alle caratteristiche del target group La seconda enumera i più importanti principi metodologici del training linguistico, quali la sua suddivisione in attività di espressione e comprensione scritta e orale e l’attenzione da riservare allo studio della grammatica. La terza parte infine illustra le dinamiche culturali e relazionali connesse al contesto apprenditivo, che il tutor deve gestire e orientare nel modo più favorevole all’apprendimento stesso.
Del manuale è stata redatta nel 2001 una versione aggiornata, anch’essa in lingua inglese. Dopo aver ripreso e illustrato sinteticamente i contenuti del documento precedentemente realizzato, il manuale si concentra sulle recenti riflessioni, in seno alla Comunità Europea, sull’apprendimento a distanza e sull’importanza dell’autonomia dell’allievo nei processi di apprendimento.

Tutti gli strumenti che compongono il pacchetto sono disponibili sullo stesso sito in versione italiana, inglese e spagnola, ad esclusione del quarto prodotto, disponibile solo in inglese.

.