ANNO DI APPROVAZIONE
1998
TITOLO
Towards a european e - quality- TEE
CONTRAENTE
Progetto Donna
Via Santa Margherita, 13
40123 Bologna
Tel. ++39-051-271457
Fax ++39-051-271457
e-mail prgdonna@iperbole.bologna.it

SETTORE
II
MISURA
1.1.D/347
DURATA
2 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Roberta Bertolucci

PARTENARIATO
EWMD (Belgio) - VUSTE ENVIS (Repubblica Ceca) - GFQ (Germania) - TOTAL E-QUALITY E V. (Germania) - CESA (Spagna) - UNION GENERAL DE TRABAJADORES (Spagna)

SETTORE INTERVENTO
Istruzione

IMPATTO PREVISTO
Dialogo sociale

PAROLE CHIAVE
Pari opportunità

OBIETTIVI
Promuovere la qualità della formazione e lo sviluppo delle imprese tramite l’adozione di un sistema di Total Quality/e Quality Management. Progettazione di modelli formativi rivolti a responsabili risorse umane affinché siano consapevoli ed acquisiscano il know-how per un management in cui qualità significhi anche uguaglianza di opportunità. Creazione di un manuale per l’applicazione di questo sistema e realizzazione di un cambiamento organizzativo e culturale nello stile della gestione.

BENEFICIARI
• Aziende di ogni tipo e settore.
• Responsabili RSU.
• Formatori.
• Sindacati.
Uomini e donne che lavorano in azienda.

PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE
Obiettivo principale del progetto è il raggiungimento di una proficua ed effettiva concretizzazione delle pari opportunità all’interno delle aziende.
Attualmente, infatti, le aziende devono costantemente migliorare la qualità dei prodotti e dei servizi allo scopo di mantenere la loro competitività; per fare ciò da una parte, occorre adattare il sistema produttivo alle nuove tecnologie, dall’altra occorre investire nell’organizzazione e nella qualità delle risorse umane.
Proprio per questo se la competitività dell’azienda è indice dell’ottimizzazione delle risorse umane, queste ultime devono necessariamente realizzare il conseguimento e la concretizzazione delle pari opportunità (P.O.) per uomini e donne.
Le Pari Opportunità (P.O.) devono, infatti, essere riconosciute come prassi dell’azienda stessa.
Beneficiari diretti risultano essere principalmente le donne che lavorano all’interno delle aziende e i responsabili del settore che si occupa delle risorse umane.

Il prodotto finale realizzato è un manuale, in lingua inglese, che getta le basi per la creazione di una cultura d’impresa che professi le Pari Opportunità come elemento imprescindibile per la realizzazione della Total Quality aziendale, affinché uguaglianza dia qualità, e reciprocamente, qualità voglia dire uguaglianza.
Il manuale è articolato in 6 sezioni:
- Introduction to the Framework; in questa prima sezione viene presentato il contesto in cui è nata l’idea del progetto, individuando le principali esigenze formative nell’ambito delle risorse umane;
- Gender stereotypes; in questa sezione viene messo in luce come gli stereotipi possono influenzare le scelte professionali e personali;
Obiettivo di questa parte del manuale è quello di rendere individuare alcuni dei principali stereotipi, al fine di prenderne effettivamente coscienza e riuscire così ad impedire di essere influenzati da quest’ultimi;
- Training Modules I; in questa sezione vengono descritte delle situazioni, inerenti al mondo del lavoro, in cui le donne si trovano a dover pendere delle decisioni ed effettuare delle scelte. La descrizione della situazione ha lo scopo di evidenziare le diverse motivazioni che muovono uomini e donne e come, le esigenze formative possano essere differenti nonostante una preparazione di base identica;
- Training modules II; in questa sezione vengono analizzate le differenze di genere e come queste differenze possono influenzare il comportamento nell’ambito lavorativo:
- Exercises; in questa sezione viene evidenziato come la piena presa di coscienza delle differenze e la comprensione delle stesse porta alla creazione di un ambiente professionale più tollerante e conseguentemente più sereno a tutto vantaggio dell’uguaglianza e della qualità;
- Laws and Institutions on Equal Opportunities in Europe; in questa sezione vengono illustrate le diverse politiche adottate dagli Stati membri dell’Unione europea al fine di sancire uguali diritti a uomini e donne.
Successivamente viene presentata la normativa adottata dalla Comunità europea in materia di uguaglianza e viene sottolineato come la promozione e il rispetto dell’uguaglianza tra uomini e donne siano stati definiti come alcuni tra i primi compiti della Comunità europea.

A corollario del manuale è presente un’amplia bibliografia, inerente le tematiche affrontate nelle diverse sezioni, e che consente di avere altri spunti per approfondire ulteriormente gli argomenti di maggiore interesse.

Il manuale è disponibile presso l’ente contraente.