ANNO DI APPROVAZIONE
1998
TITOLO
TTILT - Adapting training times and methodologies to life times: how to enable women to take a lead in the social economy
CONTRAENTE
Associazione Lunaria
Via Salaria, 89
00198 ROMA
Tel. ++39-06-85355081
Fax ++39-06-85355083
E-Mail - ics.apax.lun@agora.stm.it

SETTORE
I
MISURA
1.1.D/331
DURATA
2 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Giulio Marcon

PARTENARIATO
CENPO (Belgio) - FRAUEINITIATIVE QUIRL E.V. (Germania) - FUNDACION FRANCISCO FERRER I GUARDIA (Spagna) - VFA (Grecia)

SETTORE INTERVENTO
Non-profit

IMPATTO PREVISTO
Settoriale

PAROLE CHIAVE
Nuovi bacini d’impiego / Pari opportunità / Imprenditorialità

OBIETTIVI
Miglioramento della qualità e della capacità innovativa dei sistemi formativi europei e sviluppo di una dimensione europea della formazione professionale. Questi obiettivi saranno raggiunti principalmente tramite la “produzione” di un pacchetto formativo calibrato sulle esigenze delle donne relativamente ai tempi di vita e di lavoro per l’introduzione ai temi ed alla gestione di un’impresa sociale. Ciò permetterà di sperimentare nuove modalità formative applicabili anche in altri settori, creando una rete di soggetti attivi sulla sperimentazione in tema di formazione e di modulazione di soluzioni mirate alle esigenze del mondo femminile.


BENEFICIARI
• Soggetti che si occupano di formazione in generale e, nello specifico, rivolta a donne e su tematiche legate all’economia sociale.
• Terzo settore nel suo complesso.
• Singole organizzazioni non-profit.
• Soggetti impegnati istituzionalmente nella formazione professionale.
• Soggetti coinvolti nella riflessione culturale sui tempi di vita.
• Donne.

PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE
Il progetto ha inteso sviluppare dei percorsi formativi per donne che aspirino a impegnarsi in attività progettuali legate al cosiddetto “terzo settore”, ovvero ad organizzazioni private che operano nel campo del sociale senza scopi di lucro. Si aspira in tal modo a promuovere e rendere visibile un nuovo e ancora inesplorato bacino d’impiego, e nello stesso tempo a formulare ipotesi di formazione professionale più flessibili e modellati sulle esigenze della persona.
Il primo prodotto realizzato con tali intenti è un CD-Rom ipertestuale contenete materiali formativi e informativi, in versione italiana e inglese, imperniati sui due temi principali: uno è quello delle peculiari esigenze professionali delle donne, che hanno determinato una loro tuttora persistente posizione di svantaggio nel mondo lavorativo; l’altro riguarda il variegato e in parte sotterraneo mondo della cooperazione e dell’associazionismo non-profit. L’idea di base è il carattere specificamente femminile delle competenze richieste da questo genere di attività. Si tratta infatti di competenze di tipo comunicativo, fondate sulla capacità di stabilire rapporti di empatia e di gestire reti di relazioni.
Dalla home page del CD-Rom è possibile anzitutto visualizzare delle pagine di presentazione e descrizione del progetto, nonché delle finalità e degli obiettivi del Programma Leonardo, in cui il progetto si inserisce. Di seguito sono elencate le diverse sezioni del CD-Rom, relative a diversi aspetti della questione affrontata. Le sezioni sono le seguenti:
- Premessa: il tempo delle donne;
- Preparare un corso;
- Riflettere sui tempi;
- Il corso per “fare impresa sociale”;
- La legislazione al femminile;
- Tempi di vita, tempi i lavoro;
- Bibliografia.

La parte introduttiva, dedicata al “tempo delle donne”, affronta alcuni problemi specifici di organizzazione e gestione del tempo lavorativo per la popolazione femminile. Particolare spazio è dedicato alla formazione per dirigenti ed operatori del terzo settore, con una rassegna articolata dell’offerta formativa in Italia inerente l’economia sociale: corsi regionali; corsi erogati da Università e associazioni private in dirigenza di imprese sociali e in cooperazione internazionale; utilizzo della formazione a distanza e dell’autoformazione. La seconda sezione, “Preparare un corso” si pone come una guida alla progettazione didattica, dall’individuazione degli obiettivi, alla predisposizione dell’ambiente formativo più idoneo, alla definizione dei metodi di valutazione.
La terza sezione offre una riflessione sulla differenza di genere che caratterizza la gestione del tempo da parte di uomini e donne. Sono presenti delle attività (test, giochi) che possono dare alle donne la possibilità di acquisire chiara consapevolezza delle proprie esigenze di tempi e spazi in vista di una maggiore qualità della vita quotidiana.
Nel quarto capitolo è formulata un’ipotesi di corso preparatorio per donne che vogliano portare avanti un progetto di economia solidale. Esso si compone di otto moduli, identificati ognuno per contenuti, obiettivi e metodologie:
- La formazione del gruppo;
- Il contesto;
- La costituzione
- L’equilibrio iniziale;
- Fare un preventivo;
- Il lavoro e l’organizzazione interna;
- La progettazione;
- La comunicazione;

Il penultimo capitolo è dedicato alla “legislazione al femminile”, ed enumera, in progressione cronologica, i provvedimenti legislativi nazionali e comunitari volti a garantire, favorire e migliorare la formazione e l’inserimento sociale delle donne, dalla legge 164 del 1990 che istituisce la Commissione Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri in Italia, ai recenti provvedimenti per il diritto alla cura e all’assistenza della maternità.
Nell’ultima parte vengono analizzate una serie di best practices europee per la soluzione del problema dei tempi lavorativi e dell’occupazione (le 35 ore lavorative in Belgio; il congedo parentale in Svezia; il job sharing in Inghilterra e altre situazioni europee).
Il CD-Rom è destinato a decisori e dirigenti in campo formativo, alle associazioni non-profit che vogliano implementare attività di formazione, alle donne interessate a intraprendere una professione legata all’economia sociale.

Come secondo prodotto è stato realizzato un volume intitolato “L’ABC del terzo settore”.
Il manuale vuole essere una guida utile a orientarsi nel mondo sempre più ricco e variegato dell’economia solidale. Si divide in sei capitoli:
- Cos’è il terzo settore;
- Il quadro normativo;
- Il lavoro per progetti;
- La gestione del personale;
- Economia e finanza;
- Comunicazione.

I primi due capitoli inquadrano il settore dell’economia senza scopo di lucro, analizzando le sue radici storiche e la sua attuale posizione nell’economia nazionale italiana e in Europa. Vengono poi descritte le diverse tipologie di organizzazioni, fondazioni e associazioni, il loro status legale e la legislazione afferente.
Si passa quindi a descrivere le peculiarità del lavoro nel terzo settore, quindi la elaborazione, gestione e realizzazione di progetti, il lavoro di gruppo, etc.. Grande risalto è dato al concetto di “lavoro per progetti”, un modello di gestione delle attività che tende alla responsabilizzazione dei singoli, allo sviluppo di capacità imprenditive e creative, alla valorizzazione delle attitudini e competenze individuali. Dopo una disamina delle tipologie contrattuali utilizzate e dei modelli di gestione del personale, il manuale passa a valutare gli aspetti economici delle attività del terzo settore, con particolare riguardo al problema dell’equilibrio tra efficienza economica ed efficacia sociale. Un ultimo capitolo si concentra sui rapporti tra l’impresa sociale e i grandi mezzi di comunicazione di massa, rapporto reso difficile in primis dalla scarsità dei mezzi economici di cui la maggior parte di queste associazioni dispongono, in secondo luogo da un prolungato disinteresse verso le tematiche sociali, che solo negli ultimi decenni ha lasciato il posto a crescente curiosità e interesse soprattutto da parte dei singoli cittadini.
È presente un glossario dei termini maggiormente utilizzati nel settore. Il volume si rivolge a tutti coloro che vogliano inserirsi professionalmente nel terzo settore, o implementare progetti e attività di questo tipo.
Entrambi i prodotti possono essere reperiti contrattando i contraenti.