ANNO DI APPROVAZIONE
1999
TITOLO
TECLA - Cohesion, formation et accompagnement des travailleurs non salariés de deuxième génération en Europe
CONTRAENTE
CONSORZIO A.A.STER Srl
Viale Lombardia, 32
20131 MILANO
Tel. ++39-02-26680582
Fax ++39-02-2361589
E-mail: aaster@galactica.it


SETTORE
II
MISURA
1.1.A/293
DURATA
18 mesi
PERSONA DA CONTATTARE
Aldo Bonomi

PARTENARIATO
CONFARTIGIANATO - (Italia) - UNIVERSITY OF APPLIED SCIENCE - (Germania) - Comité de Bassin d’Emploi - (Francia) - SUPPORT SHOP - (Regno Unito)-

SETTORE INTERVENTO
Formativo
IMPATTO PREVISTO
Dialogo Sociale
PAROLE CHIAVE
Dialogo sociale/Sviluppo locale/Imprenditorialità

OBIETTIVI
L’obiettivo generale del progetto è di definire, attraverso un’analisi dei fabbisogni realizzata a livello europeo, un percorso di formazione rivolto agli operatori territoriali che consenta loro di sostenere, accompagnare e formare i lavoratori autonomi.
Gli obiettivi specifici sono sintetizzabili in:
• mettere in rete e monitorare le esperienze pilota realizzate nei paesi partner riguardanti l’aggregazione di gruppi di lavoratori autonomi;
• realizzare un audit dei fabbisogni formativi espressi dai gruppi di lavoratori autonomi;
• definire percorsi di formazione per gli operatori territoriali;
• costituire una rete europea di organizzazioni di rappresentanza, di strutture istituzionali ed economiche, di soggetti appartenenti al territorio, che favorisca l’attuazione di politiche concertate di coesione sociale e di integrazione economica.


BENEFICIARI
I beneficiari diretti dei prodotti realizzati sono gli operatori territoriali delle strutture di rappresentanza e delle associazioni di servizio, pubbliche e private, che operano nel settore dei servizi alle micro-imprese e della promozione del lavoro autonomo.
Questi soggetti hanno l’opportunità, attraverso la fruizione dei moduli di formazione elaborati, di acquisire competenze e conoscenze utili per accrescere la cultura d’impresa dei lavoratori autonomi, per realizzare politiche concertate di coesione socio-economica a livello locale, per facilitare i rapporti tra i lavoratori autonomi e il sistema istituzionale ed economico locale.

PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE
Scopo ultimo del progetto è di creare reti locali e a scala europea tra soggetti che si occupano di lavoro autonomo e tra esperienze pilota di aggregazione dei lavoratori autonomi.
A tal fine è stata quindi realizzata una ricerca preliminare nelle aree di Torino, del Tamigi e di Francoforte sul Meno, al fine di analizzare le strategie, le reti relazionali e il loro punto di vista sulle trasformazioni della composizione sociali nei luoghi in cui operano.
I risultati dell’indagine sono sintetizzati in un rapporto di ricerca che illustra i risultati ottenuti.
Questa attività ha consentito di ottenere risultati significativi non solo sul piano conoscitivo ma anche, e soprattutto, operativi perché sono stati sensibilizzati gli attori locali sul fenomeno del lavoro autonomo rafforzando le reti locali nella prospettiva di raggiungere una maggiore coesione sociale.
Allo scopo di approfondire la condizione dei nuovi lavoratori indipendenti e di evidenziarne le necessità è stata parallelamente condotta, nelle stesse aree, una ricerca qualitativa su 200 lavoratori autonomi. Questa attività di ricerca è stata propedeutica alla realizzazione di moduli formativi i cui beneficiari principali sono gli attori locali. L’impatto è stato registrato sul sistema della formazione: i sistemi locali di formazione hanno fatto loro nuovi strumenti formativi che potranno quindi consentire azioni mirate a questa tipologia di lavoratori.
Il prodotto finale del progetto consiste in un sito web, realizzato in lingua inglese, nel quale sono stati raccolti e sono consultabili tutti i risultati delle ricerche condotte e i rapporti dei diversi Partner sul lavoro svolto e che mettono in luce le esperienze dei lavoratori e le richieste degli stessi in ambito formativo.
La costituzione del partenariato, sotto questo punto di vista, è stata particolarmente proficua, poichè ha agevolato, grazie ad un differente approccio alle tematiche in questione, la concretizzazione di un prodotto flessibile e adatto ad esigenze e contesti locali differenti.
Il progetto si è articolato in due fasi di ricerca.
Della prima fase di ricerca, relativa alle esperienze dei lavoratori, sono stati stilati 3 rapporti, in lingua inglese, che concernono la questione del lavoro indipendente e della coesione sociale, nelle aree di provenienza dei partner, e quindi Italia, Germania e Regno Unito.
Anche della seconda fase di ricerca, relativa alle istanze espresse dalle diverse categorie di lavoratori indipendenti, sono stati stilati tre rapporti in lingua inglese, relativi alle stesse aree geografiche.
Sono stati poi realizzati dei moduli formativi, in lingua inglese, e a corollario degli stessi, una guida per i formatori.
I moduli formativi sono in particolare:
- qualitatives analyses of specific local contexts - questo modulo esamina i principali metodi d’indagine e di lettura del contesto locale e presenta molteplici riferimenti bibliografici e siti web per l’approfondimento di queste tematiche;
- Personel aptitudes to freelance work: social networks and representatives body research - il modulo esamina il passaggio dal lavoro dipendente al lavoro indipendente, l’attitudine al cambiamento, la rappresentanza sindacale del lavoratore indipendente, e riporta riferimenti bibliografici per lo studio di questi argomenti;
- How to develop new markets for social, cultural and health services. - il modulo contiene uno studio sul mercato del lavoro.
Raising finance - prevede un modulo composto da tre sezioni: la prima “Student Handout” ha lo scopo di aiutare il singolo come lavoratore che vuole investire su se stesso ad ottenere dei finanziamenti nel modo più rapido ed efficiente; la seconda sezione, “Items for the tutor” è una guida al formatore su questa tematica; la terza sezione, “Examples” è, invece, una raccolta di esempi.
- Raising the awareness of the need for training among autonomous workers. - Questo modulo contiene degli schemi di autovalutazione per il lavoratore e per monitorare il suo grado d’apprendimento.

Corollario dei moduli sono le Guide del formatore:
- “Am I the right one to make up my own business ?” - il modulo contiene la Guida al formatore, ed ha la funzione di formare il formatore relativamente alla psicologia del lavoratore per coadiuvarlo nell’individuare quali sono le sue capacità;
- Rating of a business plan - E’ la Guida al formatore, che insegna al formatore come pianificare il business plan;
- Business Plan light - An example for coaches - il modulo presenta un esempio su come programmare un business plan;

Il sito internet è liberamente consultabile sul web all’indirizzo www.aaster.it/leonardo