ANNO DI APPROVAZIONE
1995
TITOLO
Luce nera. Percorsi innovativi per la costituzione
di impresa a favore di donne
che appartengono a minoranze etniche
CONTRAENTE
E.C.A.P.
Via P. Matteucci, 15
48100 Ravenna
Tel. 0544/33553
Fax 0544/34192
SETTORE
I
MISURA
1.1.D/29
DURATA
2 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Enzo Bosi
PARTENARIATO (nazionale/transnazionale)
EAH (Germania) - FOREM (Spagna) - IRFED (Francia) - COMUNE DI RAVENNA (Italia) - GENESIS (Italia) - IL MAPPAPMONDO (Italia) - C.G.I.L. (Italia)
SETTORE INTERVENTO
Produttivo
IMPATTO PREVISTO
Produttivo
PAROLE CHIAVE
Sviluppo PMI
OBIETTIVI
* Sviluppare l'imprenditorialità femminile come possibile soluzione di problemi occupazionali di donne appartenenti a minoranze etniche.
* Utilizzare un approccio multietnico e di valorizzazione di competenze di genere nel mettere a punto, sperimentare e validare un modello integrato di F.P. per neo-imprenditrici nel settore tessile-abbigliamento.
BENEFICIARI
* Donne svantaggiate appartenenti a minoranze etniche
* Formatori e operatori sociali.
* Aziende, strutture operanti nell'accoglienza agli immigrati.
* Aziende e servizi per la creazione e la gestione di impresa e l'inserimento nel mercato del lavoro.
* Istituzioni che gestiscono politiche formative.
* Organizzazioni sindacali.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE

Il primo prodotto è stato realizzato dal partenariato coinvolto nel progetto insieme alla struttura del Comune di Ravenna che si occupa di fornire supporti sociali e servizi ai bambini e alle famiglie italiane e straniere residenti nei Centri Famiglie.
Il titolo del rapporto è "Fabbisogni iniziali ed effetti prodotti dal percorso formativo sulle donne immigrate". Al suo interno vengono presentate, in primo luogo, le interviste rivolte ad alcune donne immigrate interessate a partecipare alla sperimentazione formativa prevista dal progetto.

Più precisamente vengono illustrati i risultati dell'analisi dei fabbisogni formativi e socio culturali iniziali, espressi dalle donne, in relazione alla possibilità di partecipare ad un percorso finalizzato alla creazione d'impresa.

In secondo luogo vengono presentati i risultai delle interviste rivolte alle donne, partecipanti al corso, dopo lo svolgimento della sperimentazione formativa e dopo l'esperienza di costituzione di una associazione. In questa parte vengono illustrati gli effetti socio familiari e di attivazione culturale e lavorativa prodotti dalla sperimentazione. Il rapporto riporta elementi di confronto tra i risultati delle varie fasi di analisi. In allegato sono stati inseriti anche il questionario e la griglia d'intervista utilizzati.
Il rapporto fornisce spunti di riflessione sulle problematiche e sugli orientamenti socio cultuali delle donne extracomunitarie per lo svolgimento di altre iniziative formative con analoghe finalità, è quindi destinato agli operatori sociali, alle organizzazioni che si occupano dell'integrazione degli immigrati e agli enti di formazione professionale che operano nel mondo della formazione e che sostengono l'inserimento lavorativo di immigrati. E' un documento cartaceo, già concluso, disponibile in lingua italiana. E' reperibile presso la struttura contraente del progetto.

Il secondo prodotto, dal titolo "Metodologie ed esperienze di formazione e creazione d'impresa per donne appartenenti a minoranze etniche", illustra i risultati dell'analisi condotta su alcune esperienze, avvenute in Italia nel periodo '92-'96, riguardanti la progettazione e la realizzazione di percorsi formativi e di creazione di impresa per donne immigrate.
Nel documento sono inoltre illustrati i risultati di una indagine condotta in Spagna (regione di Madrid) sui fabbisogni formativi di alcune importanti comunità di donne extracomunitarie e l'ipotesi di percorsi formativi per la creazione di impresa da rivolgere ad immigrati. Vengono inoltre descritte le principali metodologie didattiche adottate dalla struttura francese, partner del progetto, per la creazione di imprese da parte di singole donne immigrate e fornisce alcune indicazioni sui canali di finanziamento e sugli aiuti alle nuove imprese di donne in Francia.
Viene inoltre tracciato un confronto che mette in rilievo le differenze metodologiche esistenti tra questa esperienza francese e la sperimentazione formativa realizzata all'interno del presente progetto, rivolto alla creazione di impresa da parte di un gruppo associato di donne extracomunitarie.
Il documento vuole essere uno strumento di informazione e stimolo all'adozione di metodologie didattiche tese a favorire l'inserimento socio-lavorativo per donne immigrate. E' rivolto a formatori, ad operatori sociali e soggetti che operano in ambito economico, sindacale ed istituzionale interessati a sviluppare interventi per l'inserimento sociale e lavorativo di donne immigrate e per la creazione di impresa. Il prodotto, già concluso e disponibile su supporto cartaceo, è in lingua italiana ed inglese. E' disponibile presso la struttura contraente del progetto.

Il terzo prodotto, dal titolo "Manuale di documentazione del percorso formativo integrato", fornisce indicazioni per la realizzazione di un percorso di formazione finalizzato alla costituzione di impresa da parte di donne in situazione di svantaggio, sul mercato del lavoro, in quanto appartenenti a minoranze etniche.
Il documento presenta, in forma sintetica, le procedure e le modalità da seguire per realizzare il progetto formativo, articolando il percorso in tre fasi: 1) orientamento e selezione, 2) formazione, 3) follow up. Sono inoltre illustrate le azioni messe in atto, i risultati emersi, gli attori coinvolti, le metodologie utilizzate ed i tempi necessari per sviluppare il percorso didattico. Il manuale presenta inoltre una proposta metodologica per sperimentare una pedagogia multiculturale e per valorizzare le competenze di genere ed offre alcuni suggerimenti per la buona riuscita dell'azione.

E' uno strumento metodologico e didattico rivolto ai formatori che voglio realizzare percorsi formativi tesi alla creazione di impresa per donne immigrate ed anche agli operatori sociali che operano in ambito economico e sociale interessati a sviluppare interventi mirati all'inserimento sociale e lavorativo di donne extracomunitarie. E' un prodotto redatto in lingua italiana ed inglese, già concluso e disponibile, nella sua versione finale, su supporto cartaceo.
E' reperibile presso la struttura contraente del progetto.

Il quarto prodotto dal titolo "Analisi di fattibilità d'impresa" è un documento di supporto alla sperimentazione prevista nel progetto. L'obiettivo del documento è quello di favorire la diffusione, in ambito europeo, di questa esperienza finalizzata alla realizzazione e gestione di percorsi innovativi rivolti alla costituzione d'impresa per donne immigrate.
Una prima parte del rapporto illustra i risultati di una analisi di mercato sulle possibilità di lavoro nel territorio di Ravenna. Riguarda attività varie dell'area tessile/abbigliamento quali ad esempio: l'importazione di tessuti di provenienza etnica, la stampa dei tessuti, la riparazione di abiti per privati, negozi e aziende di abbigliamento. La seconda parte del documento, realizzata verso la fine dell'attività formativa, è finalizzata ad aiutare la creazione e la definizione della forma giuridica dell'impresa che le donne extracomunitarie costituiranno alla conclusione del percorso formativo. Viene anche presentato un piano economico d'impresa per la realizzazione di attività di esercizio specifiche ed articolate nel breve e medio periodo e simula il possibile sviluppo dell'attività economica nell'arco di alcuni anni.

In allegato al documento è riportato lo statuto dell'associazione costituita da alcune donne immigrate che hanno partecipato alla sperimentazione formativa. I destinatari del prodotto sono le aziende che si occupano della realizzazione di servizi finalizzati alla creazione e alla gestione d'impresa e di inserimento nel mercato del lavoro di donne extracomunitarie.
Il prodotto è rivolto anche alle istituzioni, che promuovono politiche formative, ai servizi sociali e alle organizzazioni sindacali e di accoglienza degli immigrati, in relazione ad attività di sviluppo dell'occupazione e di pari opportunità. Il documento è concluso e disponibile in lingua italiana presso la struttura contraente del progetto.

Il quinto prodotto dal titolo "Guida di sartoria per la riparazione e l'adattamento di capi di abbigliamento" illustra le principali fasi e le modalità di lavoro per la riparazione degli abiti.
E' uno strumento informativo sia dal punto di vista del contenuto che da quello linguistico per meglio comprendere il lavoro di sartoria e per utilizzare in modo adeguato la terminologia specialistica.
Si configura come supporto didattico per i formatori per la realizzazione di percorsi formativi nel campo della riparazione di abiti, con particolare riguardo a percorsi rivolti a donne immigrate. Si presenta anche come strumento di aiuto e guida pratica di lavoro per donne immigrate che partecipano alla sperimentazione formativa ed anche per coloro che intendono realizzare, in forma autonoma in contesi aziendali, attività di riparazione di abiti. Il prodotto è già concluso ed è disponibile in lingua italiana e francese presso la struttura contraente del progetto.