ANNO DI APPROVAZIONE
1995
TITOLO
Youth Gender Education Gender Mentoring Workshop
CONTRAENTE
Cooperativa Cultura e Professionalità
Via Cavour, 238
00148 Roma
Tel. 06/4881367
Fax 06/4828218
SETTORE
I
MISURA
1.1.D/28
DURATA
2 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Luisa La Malfa
PARTENARIATO (nazionale/transnazionale)
ATHENS UNIVERSITY OF ECONOMICS & BUSINESS (Grecia) - INSTITUT DECIENCIES DE L’EDUCATION UNIVERSITAT AUTONOMA DE BARCELLONA (Spagna) - FUEVA (Spagna) - GESCO (Italia) - FNISM (Italia) - EUDIF (Italia)
SETTORE INTERVENTO
Istruzione
IMPATTO PREVISTO
Settoriale
PAROLE CHIAVE
Pari Opportunità
OBIETTIVI
* Sviluppare le pari opportunità negli Istituti Professionali Superiori.
* Elaborare nuove metodologie e nuovi contenuti di formazione.
* Istituire unità permanenti per le pari opportunità all’interno delle scuole.
BENEFICIARI
* Giovani in F.P.I.
* Studenti.
* Tutor.
* Formatori e Pianificatori a livello regionale.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE

Il primo prodotto è una griglia di osservazione, predisposta sulla base della letteratura sul tema delle pari opportunità, che ha permesso di condurre la ricerca-intervento. Il questionario strutturato ma con parti flessibili è stato utilizzato per cogliere in modo sistematico la realtà che nello Shadowing (osservazione diretta della classe e delle dinamiche di gruppo con un’ottica di genere) si rivela con tutta la ricchezza di contraddizioni della vita quotidiana. Il questionario è stato somministrato ad un campione di studenti dei due Istituti Professionali coinvolti nella sperimentazione. Il questionario è articolato in 39 domande (di cui alcune multiple) che mirano a raccogliere informazioni sul percorso scolastico, sulla progettualità e sulle aspettative per il futuro. Gli intervistati hanno una età compresa tra i 17 e i 20 anni. L’obiettivo della rilevazione è sia quello di tracciare un quadro d’insieme della condizione giovanile studentesca e di verificare il livello di strutturazione dell’identità di genere. Poiché i dati risultanti sono di tipo qualitativo si è proceduto nello studio dei dati l’analisi delle corrispondenze multiple con il programma di informatica Spad. I dati risultanti dall’analisi dei questionari sono utili per i docenti / psicologi che conducono lo Shadowing e per i docenti che gestiscono i “laboratori di genere”. Il questionario e i dati elaborati sono disponibili su supporto cartaceo in lingua italiana presso la struttura contraente.

Il secondo prodotto realizzato all’interno del progetto è una video cassetta con la quale viene affrontata una ricostruzione storico-culturale sul tema della differenza di genere, attraverso interventi di alcune protagoniste del mondo politico, scolastico e formativo. Nel corso delle interviste e degli interventi di studenti e studentesse e di alcune insegnanti coinvolte nel progetto, vengono affrontati i temi delle pari opportunità e della differenza di genere calandoli nel contesto scolastico, con uno sguardo ai processi formativi e alle difficoltà dell’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Vengono pertanto offerti spunti riflessivi su come il mondo scolastico può agire per trasformarsi da luogo apparentemente neutro in un contesto in cui la differenza di genere viene riconosciuta, assimilata e valorizzata, in funzione di un’adeguata crescita professionale, sociale e culturale.Il passaggio da una intervista all’altra viene scandito da immagini che documentano i luoghi dove sono avvenute le sperimentazioni e soprattutto dove è stato condotto il lavoro di indagine/rilevazione. Il prodotto dà testimonianza dell’indagine condotta sulle due scuole campione, realizzata attraverso la tecnica dell’osservazione diretta della classe e delle dinamiche di gruppo con un’ottica di genere (Shadowing). Sono inoltre presentati i “laboratori di genere” concepiti e sperimentati nel corso del progetto ed intesi come luoghi scolatici ideali dove far crescere un’adeguata consapevolezza sulla differenza di genere e come spazio mentale di riferimento nella programmazione delle attività scolastiche per contribuire ad abolire alcune pratiche discriminatorie ed a erodere stereotipi sessuali.

La video cassetta è destinata tanto al corpo insegnante che agli studenti/studentesse. Gli obiettivi sono quelli di: potenziare capacità e costruire occasioni di dialogo tra le componenti maschili e femminili all’interno della scuola, proporre le problematiche di genere in un continuum interdisciplinare e nel quadro di una idea di formazione permanente; offrire attraverso la creazione e sperimentazione dei “laboratori di genere” uno spazio-occasione, anche virtuale, dove procedere ad una risocializzazione nella scuola e come supporto per lo sviluppo di azioni di pari opportunità.
Per prendere visione della versione completa del prodotto disponibile in italiano, si può contattare l'ente contraente.