ANNO DI APPROVAZIONE
1999
TITOLO
OR.LA.RE. Career guidance through a revaluation of the personal experience. Dissemination and implementation of a system of analysis and assessment of professional competencies
CONTRAENTE
COMUNE DI ROMA
Lungotevere dei Cenci, 5
00100 ROMA
Tel. ++39-06-67106245
Fax ++39-06-67106163


SETTORE
I
MISURA
1.1.D/262
DURATA
18 mesi
PERSONA DA CONTATTARE
Vitaliano Taccioli

PARTENARIATO
SCUOLA DI PSICOLOGIA DELL’ORGANIZZAZIONE (ITALIA) - AGENZIA PER L’IMPIEGO DEL LAZIO (Italia) - DAUPHINS (Francia) -

SETTORE INTERVENTO
Educativo / Formativo
IMPATTO PREVISTO
Regionale
PAROLE CHIAVE
Orientamento / Lotta all’esclusione e drop-out

OBIETTIVI
Il progetto intende:
* sviluppare, sperimentare e analizzare nuovi metodi di riconoscimento e certificazione delle competenze e delle qualifiche da parte degli operatori di orientamento dei servizi C.I.L.O. (Centri di Iniziativa Locale per l’Occupazione) del Comune di Roma;
* facilitare le possibilità occupazionali di donne lontane dal mercato del lavoro, attraverso l’individuazione ed il riconoscimento di qualità nascoste maturate nell’ambito del vissuto personale e con possibilità di spendibilità nel mondo produttivo;
* dimostrare che le competenze identificate possono essere rintracciabili in forma più o meno evoluta in alcuni profili professionali esistenti sul mercato.

BENEFICIARI
Sono soggetti beneficiari del progetto:
* soggetti adulti occupati (operatori di orientamento)
* donne adulte disoccupate;
* centri per l’orientamento;
* centri europei di formazione professionale interessati a sperimentare metodologie didattiche innovative e a disseminare risultati.

PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE
Nell’ambito del progetto è stata elaborata una serie di strumenti conoscitivi e operativi finalizzati a sostenere l’inserimento nel mondo lavorativo di donne inoccupate e a rischio di esclusione sociale.
Gli strumenti elaborati si rivolgono sia a coloro che svolgono attività di orientamento ed hanno bisogno di competenze specifiche per poter offrire il loro servizio a donne prive di competenze direttamente sfruttabili, sia alle donne stesse, che possono in tal modo acquisire consapevolezza delle abilità inconsapevolmente maturate nel corso della vita e dei loro possibili sbocchi professionali.
Il primo prodotto realizzato è quindi un CD-Rom contenente un repertorio informativo ipertestuale ad uso sia delle donne inoccupate che ne sono i beneficiari finali, sia degli orientatori, insieme a diversi materiali riferiti alla fase di sperimentazione del progetto.
Il repertorio ipertestuale denominato “Mitoinforma” vuole essere parte di un sistema integrato di autovalutazione, informazione e supporto per l’occupazione, destinato in generale a studenti e persone in fase di ingresso nel mondo lavorativo. L’utente dispone di un ricco repertorio di aree professionali accessibili nonché di modalità di ingresso e di inserimento, quali apprendistato, contratto formazione - lavoro, attività di tirocinio e stage, borse di lavoro. Mitoinforma offre inoltre informazioni generali sul mondo del lavoro e sui diversi soggetti, enti e organizzazioni che operano in questo ambito, da siti internet, agenzie di lavoro interinale.
I materiali prodotti in fase di sperimentazione sono relativi alle attività di individuazione di specifiche competenze professionali di donne inoccupate. La prima fase di ricerca si rivolge in specifico agli operatori delle strutture deputate all’orientamento lavorativo. Essa mira infatti a costruire una metodologia e una procedura specifica per il rilevamento di questo particolare genere di potenzialità professionali “nascoste”, articolate nelle categorie di “competenze”, “conoscenze” e “capacità”, e utilizzate poi nella formulazione di job descriptions ad hoc.
Queste ultime sono riassunte in quattro schede professionali articolate in due parti, una introduttiva, finalizzata a inquadrare l’area professionale in questione nella cornice di riferimento del progetto e una parte descrittiva in cui si affrontano in dettaglio i diversi ruoli professionali presenti nell’area trattata. Le professioni selezionate sono quattro: animatore, venditore immobili, lavasecco e sarto.
Dalle effettive attività di sperimentazione è emerso un secondo prodotto, una relazione in cui sono esposte in modo sistematico le premesse metodologiche delle attività di rilevamento: la definizione del campione, la metodologia di somministrazione dei questionari, la struttura interna e l’obiettivo specifico dei questionari stessi e la modalità di analisi dei risultati.
A partire dai contenuti emersi dalla sperimentazione, viene quindi portata avanti un’analisi delle competenze associate a lavori specifici. In particolare sono affrontate le problematiche e i requisiti inerenti ai lavori del settore ristorazione, come esempio di applicazione delle metodologie di lavoro proposte. La terza parte affronta il problema delle competenze richieste agli operatori dell’orientamento, e quindi dei percorsi formativi più adatti a questi tipo di professione. Vengono infatti formulate delle ipotesi di percorsi formativi per operatori dei CILO (Centri di Iniziativa Locale per l’Occupazione).
L’insieme degli strumenti prodotti nell’ambito del progetto, redatti in italiano, e in versione informatica e cartacea, è disponibile presso l’ente contraente.