ANNO DI APPROVAZIONE
1999
TITOLO
T.E.M.E.A. - Tecnico Enologia Marketing Economia Ambiente
CONTRAENTE
I.T.A.S. Ricasoli
Strada Scacciapensieri, 8
53100 SIENA
Tel. ++39-0577-334277
Fax ++39-0577-333243
E-mail: ricasoli@comune.siena.it


SETTORE
I
MISURA
1.1.A/254
DURATA
18 mesi
PERSONA DA CONTATTARE
Vittorio Losito

PARTENARIATO
THRACIAN UNIVERSITY - Agricoltural Faculty (Bulgaria) - FENPA-Federation de Espacios Naturales de Andalucia (Spagna) - UASD College of Agricolture (Ungheria) - ASSOCIAÇAO PARA A PROMOÇAO DE VIDA MEDIO RURAL (Portogallo) - UNIVERSITY FUNDATION FOR AGRICULTURAL PRODUCERS SUPPORT “HARALAMB VASILIU” (Romania)

SETTORE INTERVENTO
Agroalimentare - Turismo
IMPATTO PREVISTO
Europeo
PAROLE CHIAVE
Sviluppo nuove competenze / PMI

OBIETTIVI
Dopo aver definito le caratteristiche della nuova figura professionale, si provvede alla costruzione del percorso formativo, attraverso la creazione dei moduli e delle unità didattiche nelle quali si articola il corso.Nell’elaborare il percorso formativo si cerca di mantenere una flessibilità applicativa tale da permettere il suo utilizzo in tutti gli Stati membri e associati, anche in relazione alle differenti situazioni socio-economiche di partenza. A tal fine i moduli vengono previsti su tre livelli: elementare, intermedio e avanzato. Terminato il procedimento di creazione del percorso formativo inizia la fase di disseminazione dei risultati raggiunti; questa avviene attraverso la realizzazione di un manuale in 2 lingue (italiano e inglese), di un depliant cartaceo-multimediale, di un CD Rom contenente i più importanti moduli didattici prodotti, di un sito Internet appositamente predisposto, dell’organizzazione di convegni e seminari di studi.

BENEFICIARI
Beneficiari diretti del progetto sono i formatori, i responsabili e gli specialisti della formazione professionale negli Stati membri, a cui spetta il compito di avviare corsi di formazione finalizzati alla creazione della nuova figura professionale.
Beneficiari indiretti del progetto sono, invece, tutti coloro che frequentano i corsi di formazione attivati in base ai percorsi didattici creati durante tale progetto e che si identificano in due categorie principali:
* giovani che abbiano terminato il ciclo di studi superiori e che vogliano acquisire una qualifica professionale specifica per inserirsi stabilmente nel mondo del lavoro;
* lavoratori, lavoratori sottoccupati e disoccupati senza una particolare qualifica professionale o con livelli di professionalità qualitativamente insufficienti.

PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE
Il progetto puntava alla formazione di tecnici qualificati in campo enologico e specializzati nella promozione delle aziende e del territorio in cui sono inserite, dal punto di vista economico e turistico. Risultato finale delle attività di progetto è quindi la costruzione di un percorso formativo finalizzato alla creazione di una figura professionale (il Tecnico Enologia Marketing Economia Ambiente) che abbia le competenze necessarie per abbinare sapientemente aspetti legati alla cultura del vino e alla cultura dell’ospitalità con le capacità di organizzare e promuovere la propria attività e la propria zona geografica.
Il prodotto finale è costituito dall’insieme dei dati acquisiti nel corso della ricerca e della progettazione, raccolti in un manuale strutturato secondo le diverse fasi di progetto. Il volume è diviso in sei capitoli, ognuno dei quali rappresenta un piccolo rapporto di sintesi sulle indagini e sulle attività di progettazione didattica realizzate.
Nella prima sezione viene descritto dettagliatamente il contesto settoriale in cui si inserisce l’idea progettuale. Il fenomeno della moda enoturistica ha cominciato a manifestarsi nel nostro paese a metà degli anni Novanta, determinando la nascita e il progressivo ampliamento di un nuovo territorio per il turismo. In questo contesto di profonda evoluzione del settore e di scoperta di forti potenzialità di sviluppo economico anche per zone ritenute finora marginali, si è reso necessario l’intervento di persone altamente qualificate in grado di coordinare le risorse aziendali e quelle del territorio.
La seconda sezione è dedicata al progetto T.E.M.E.A., di cui sono esaurientemente descritte le caratteristiche della rete di partenariato, gli obiettivi, l’articolazione, i risultati finali.
Nel terzo capitolo del manuale sono riportati i risultati dell’analisi dei fabbisogni formativi, che ha costituito una delle attività fondamentali all’interno del progetto, fornendo una essenziale base di conoscenze per la successiva progettazione e articolazione del percorso formativo.
L’analisi dei fabbisogni formativi di ogni paese ha previsto una fase preliminare consistente in incontri informali con opinion leader del settore, allo scopo di focalizzare i temi oggetto di indagine; successivamente è stato predisposto un questionario da sottoporre ad aziende agrituristiche e vitivinicole in tutti i paesi partner del progetto (da 50 a 100 aziende per ogni paese). I dati richiesti nel questionario sono i seguenti:
- dati personali, informazioni sull’azienda;
- notizie sulla clientela;
- notizie su aziende concorrenti;
- prodotti e servizi erogati;
- rapporti con associazioni di settore;
- aspetti promozionali;
- notizie sul personale;
- profilo professionale relativamente alle competenze richieste.

Dall’indagine condotta nei sei paesi europei è emerso per le aziende un incremento del fabbisogno di personale competente, specialistico e non, con capacità che non si limitino alle tipologie vitivinicole, ma siano in grado di far fronte all’alto grado di diversificazione della domanda turistica, con conoscenze di tipo ambientale, naturistico e storico inerenti il territorio. Nelle sei realtà nazionali oggetto di indagine si è registrata quindi una sostanziale convergenza di interesse verso un profilo professionale dotato di competenze trasversali e in grado di promuovere l’azienda e il territorio nei loro diversi aspetti.
Proprio la definizione di questo profilo professionale è l’oggetto del quarto capitolo del manuale.
I profili professionali individuati sono tre, e corrispondono a tre diversi gradi di preparazione:
- Guida enoturistica (livello base);
- Tecnico enoturistico (livello intermedio);
- Tecnico specializzato in enologia e nella promozione economico-ambientale del territorio (livello avanzato).

Per ognuna delle tre figure individuate è disegnato il profilo professionale, ovvero le diverse attività e ruoli a cui essa è preposta, nonché i moduli formativi necessari al raggiungimento delle competenze corrispondenti.
Il quinto capitolo si occupa in specifico del percorso formativo, attraverso la progettazione di un corso di 1200 ore, diviso in 4 semestri. I 9 moduli previsti sono i seguenti:
- lingua inglese;
- viticoltura;
- enologia;
- sistema globale di ricettività focalizzato all’enoturismo;
- management del settore enoturistico;
- marketing del settore turistico;
- vini regionali e prodotti locali;
- commercializzazione dei prodotti del settore enoturistico;
- territorio, tradizioni, ambiente naturale.

La struttura di ogni modulo prevede la formulazione di alcuni obiettivi generali e l’esposizione dei contenuti suddivisi in unità didattiche, ognuna delle quali è identificata a sua volta dai tempi previsti, dagli obiettivi specifici, dai contenuti e dalle esercitazioni corrispondenti. Ogni modulo prevede inoltre una specifica riguardo alla valutazione delle competenze acquisite.
L’ultima parte del manuale consiste in un glossario alfabetico dei termini principali usati in enologia, viticoltura, marketing e management.
L’intero contenuto del volume è consultabile , in inglese e in italiano, sia sul manuale cartaceo, sia su un cd-rom ipertestuale.
Il prodotto, nelle versioni cartacea e informatica, è disponibile presso l’ente contraente.