ANNO DI APPROVAZIONE
1997
TITOLO
Esperienze lavorative all’estero - guida informatica alla progettazione, alla realizzazione e alla certificazione
CONTRAENTE
I.T.S.O.S. Marie Curie
Istituto Tecnico Statale ad Orientamento Speciale
Via Masaccio
20063 Cernusco Sul Naviglio (MI)
Tel ++39-02-9240552
Fax ++39- 02-9244512
E-mail: itsos@.mi.it

SETTORE
III
MISURA
3.A/241
DURATA
2 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Vincenzina Guzzi

PARTENARIATO
DEIS-CIT (Irlanda) - CAFOC (Francia) - CEP (Italia) - ENEA (Italia) - QUIPO/PROJECT (Italia)

SETTORE INTERVENTO
Istruzione

IMPATTO PREVISTO
Europeo

PAROLE CHIAVE
Alternanza - Apprendistato - Transizione

OBIETTIVI
• Il progetto persegue i seguenti obiettivi:
• diffondere e implementare i risultati e i prodotti del precedente progetto WEA, presentato nel Programma Petra che aveva realizzato una guida per gli scambi dei giovani coinvolti in esperienze di lavoro transnazionale
• fornire agli operatori della formazione una guida metodologica e pratico-organizzativa per l’organizzazione di collocamenti di giovani in esperienze lavorative transnazionali che possa essere anche strumento di formazione e aggiornamento
• organizzare una banca dati delle esperienze di collocamenti e scambi realizzate nei programmi europei e in particolare nel programma Leonardo da Vinci
• fornire un “luogo” di incontro e di confronto fra le scuole, i centri di formazione e le imprese interessati alla realizzazione di collocamenti e scambi
organizzare un sito Internet in cui si realizzino gli obiettivi precedenti.


BENEFICIARI
I beneficiari del progetto sono:
• gli insegnanti
• i formatori, progettisti e realizzatori di programmi di formazione
• i responsabili di formazione
• gli specialisti della formazione
• i tutori
• i giovani in formazione
• gli studenti
• i giovani diplomati
i giovani lavoratori.

PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE
Obiettivo del progetto è quello di fornire agli operatori della formazione, istituzioni scolastiche, enti di formazione, imprese, una guida metodologica e pratico-organizzativa per promuovere e gestire esperienze di mobilità in ambito europeo mediante collocamenti lavorativi all’estero.
Beneficiari del prodotto risultano essere, quindi, tutti i soggetti coinvolti nella formazione: insegnanti, formatori, tutor, giovani studenti, diplomati e giovani lavoratori.
La mobilità dei giovani e le esperienze di lavoro all’estero sono elementi altamente significativi della formazione professionale in quanto consentono un potenziamento delle capacità linguistiche, soprattutto per le abilità della comprensione e della produzione orale, lo sviluppo di capacità comunicative nonché di capacità personali di adattamento a contesti diversi.
Il prodotto finale realizzato è un sito web nelle lingue inglese, francese ed italiano per la promozione del precedente progetto WEA Working Experiences Abroad e per la diffusione su larga scala di una guida telematica quale strumento metodologico ed organizzativo per la realizzazione di collocamenti lavorativi all’estero.
Il sito è strutturato in quattro macro aree.
La prima area, denominata “Progetto e Partnership”, contiene la presentazione del progetto e dei partner coinvolti.
La seconda area, denominata “Guida alla realizzazione di esperienze di mobilità”, rappresenta il core del sito, i contenuti del quale sono realizzati anche su supporto cartaceo e multimediale, rispettivamente nella brochure “Guida alla Mobilità” e nel CD-Rom allegato.
In particolare l’area del sito è articolata come segue:
- una sezione, intitolata “La mobilità”, in cui vengono descritti il contesto legislativo, i documenti e i programmi d’azione dell’Unione Europea nonché le linee guida pedagogiche caratterizzanti le esperienze di mobilità;
- una sezione, intitolata “I sistemi formativi europei”, contenente una descrizione sintetica dei sistemi formativi dei paesi dell’Unione Europea, al fine di agevolare la costruzione della partnership;
- una sezione, intitolata “Il piano di realizzazione”, che descrive fasi, attività e strumenti utili alla pianificazione e alla gestione di iniziative di mobilità;
- una sezione, intitolata “Il piano operativo”, che descrive le quattro fasi in cui si articolano l’organizzazione e la realizzazione di un’esperienza di mobilità; sono previsti anche strumenti operativi per la gestione dell’esperienza;
- una sezione, intitolata “La certificazione”, che è dedicata alle problematiche connesse con la certificazione delle esperienze di mobilità.
La terza area del sito, denominata “Informazioni”, è dedicata alla ricerca di informazioni relative alle esperienze di mobilità; è suddivisa in una sezione per le news, contenente comunicazioni relative a bandi, eventi e pubblicazioni ed una sezione per i link, contenente un elenco ragionato di siti internet utili per l’organizzazione di esperienze di mobilità.
La quarta area, denominata “Contatti”, intende favorire la comunicazione tra gli enti promotori di esperienze di mobilità attraverso due strumenti:
- un forum grazie al quale è possibile reperire informazioni, suggerimenti e presentazioni di esperienze riguardanti le iniziative già esistenti;
- un database di ricerca partner che permette sia di localizzare un partner tra le istituzioni già registrate sia di offrirsi come partner per partecipare a progetti di mobilità.

Il sito è liberamente consultabile on-line agli indirizzi www.tes.mi.it/wea e www.quipo.it/wea.