ANNO DI APPROVAZIONE
1996
TITOLO
Career Advising
CONTRAENTE
I.P.S.S.A.R. Brindisi
Via Appia, 356
72100 Brindisi
Tel. 0831/513626
Fax 0831/586683
SETTORE
I
MISURA
1.1.C/23
DURATA
3 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Vladimiro Caliolo
PARTENARIATO (nazionale/transnazionale)
SCUOLA (Francia) - SCUOLA (Svezia) - CENTRO SERVIZIO ORIENTAMENTO (Regno Unito)
SETTORE INTERVENTO
Turistico-alberghiero/servizi
IMPATTO PREVISTO
Dialogo sociale
PAROLE CHIAVE
Orientamento/
Formazione formatori
OBIETTIVI
* Sviluppare le conoscenze e competenze di pedagogia e psicologia del lavoro di una nuova figura professionale: il docente consigliere di carriera, che faciliti e sostenga in tutte le fasi del curriculum scolastico l’evoluzione dello studente in termini di scelte formative e occupazionali.
* Sviluppare le procedure di validazione dei crediti formativi attraverso un progetto di ricerca didattico - aziendale.
* Mediare, potenziare e applicare procedure di formazione in ambito U.E. ai fini della uniforme valenza delle qualifiche professionali e conseguente mobilità occupazionale.
BENEFICIARI
* Docenti dell’Istruzione professionale, settore ristorativo - turistico - alberghiero.
* Managers aziendali.
* Responsabili della selezione e gestione delle risorse umane.
* Consulenti del lavoro in ambito nazionale e comunitario.
* Responsabili osservatorio nazionale, regionale, provinciale.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE

Il primo prodotto è un CD-Rom che, ripercorrendo le fasi del progetto, descrive l'andamento progettuale e i sui risultati.

Il CD-Rom dà alcune informazioni generali sul progetto e sul Programma Leonardo; la navigazione infatti permette di visionare sia il formulario di candidatura relativo al progetto, che una sezione informativa, interamente dedicata al Programma Leonardo da Vinci.

Nelle prime fasi del progetto sono stati individuati gli ambiti di intervento formativo di consulenza alla carriera nei quattro paesi che partecipano al progetto (Italia, Francia, Regno Unito e Svezia), infatti ciascuno dei partner ha proposto un modello di CAREER ADVISING, basato sulle esperinze di ciascun paese. Da una serie di riflessioni e confronti tra i diversi partner è stato individuato un modello europeo di career adviser. La formazione del consulente di carriera si caratterizza per essere una formazione integrata che sviluppa competenze diverse: didattico metodologiche, interculturali, psicologiche, progettuali, comunicativo relazionali, di gestione aziendale.

Il progetto prevedeva la validazione del modello individuato attraverso la realizzazione di esperienze specifiche, che mettessero in evidenza le competenze del consulente di carriera. Infatti, continuando nella navigazione è possibile prendere visione dei materiali di didattica dell'orientamento realizzati dai partner italiani. Sull'orientamento scolastico sono state prodotte delle guide (Star bene a scuola e Cura di sé) rivolte agli studenti del primo anno.

Inoltre è stata realizzata anche la progettazione di alcuni interventi che riguardano:
l'orientamento professionale nel settore target (Ristorazione e piatti tipici in terra di Brindisi);
l'orientamento al lavoro (Tecniche di ristorazione collettiva Self-service);
l'orientamento alla carriera (progetto Post Diploma Tecniche di servizi di ospitalità).

I moduli formativi, progettati dai partner italiani e realizzati con il contributo del Fondo Sociale Europeo, sono visibili sul CD-Rom.

Il CD-Rom, ancora in versione demo e solo in lingua italiana, è destinato agli insegnanti, ai formatori, ai progettisti e gestori di programmi di formazione, ai quadri e responsabili direttori di risorse umane.

Il secondo prodotto del progetto consiste nella progettazione e sperimentazione di un corso pilota di orientamento: "Guida e consulenza alla carriera Sviluppo della vocazione professionale e tecniche di ricerca lavoro". Tale sperimentazione è finalizzata a validare il modello di career adviser sviluppato nell'attività progettuale. Il prodotto formativo diventa così il banco di prova dell'attività sperimentale dei consiglieri di carriera.

La sperimentazione del modulo formativo riguarda gli allievi dell'I.P.S.S.A.R. di Brindisi, in particolare le classi di transizione dal biennio comune al monoennio di qualifica e dal monoennio ad un progetto di vita lavorativa o di formazione continua.

L'impianto metodologico e didattico del modulo formativo per le seconde classi, si rifà al modello di educational conseling di matrice anglosassone e al modello referenziale francese C.O.P. (conselier d'orientation psycologue) e T.R.E. (tecniques de recherches d'emploi). Le categorie del "sè" e dell' "altro da sè" del sistema alunno assurgono a nuclei operativi per l'attivazione delle abilità mentali sottese al processo di sviluppo della vocazione personale e vocazionale.

Per le seconde classi il prodotto formativo è articolato in tre moduli e otto unità formative.

MODULI UNITÀ FORMATIVE

IL SE
- Conoscenza di sé
- Gestione e controllo dell'ansia
- Problem solving

L'ALTRO DA SE'
-La scuola
- Il mercato del lavoro
- Le professioni

LA VOCAZIONE PROFESSIONALE
-Training on the job
- La scelta vocazionale

La struttura modulare destinata alle terze classi si differenzia per gradualità degli obiettivi orientativi, dotazione strumentale di strategie e tecniche di cerca - lavoro e accesso autonomo degli studenti ai canali occupazionali. Sono presenti tre moduli e sei unità formative.


MODULI UNITÀ FORMATIVE

IL SE'
- La professionalità
- Standard di formazione IPSSAR

L'ALTRO DA SE'
- Criteri di selezione aziendale

IL CERCA-LAVORO IPSSAR BRINDISI
- Tecniche di cerca/trova lavoro
- Il c.v. e la lettera di domanda di impiego
- La selezione, il colloquio

La sperimentazione del corso è avvenuta nell'anno scolastico 1998/1999.