ANNO DI APPROVAZIONE
1997
TITOLO
Sistema di individuazione e certificazione competenze
– COMPETITOR

CONTRAENTE
Istituto Professionale di Stato Industria e Artigianato
“G. Ferraris”
Via Conti di Loritello, 17
S. Maria Catanzaro
Tel ++39-096161040
Fax ++39-096163295
E-mail: ipsia@abramo.it

SETTORE
III
MISURA
1.1.B/ 182
DURATA
3 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Anna Maria Muscolo

PARTENARIATO
AVE MARIA (Spagna) - SITAM SCHOOL OF FASHION DESIGN (Grecia) - ESCOLA PROFESSIONAL DO ALTO MINHO INTERIOR (Portogallo) - IPSIA CROTONE (Italia) - 2° I.P.S.I.A. BARI (Italia) - REGIONE CALABRIA (Italia) – ASSINDUSTRIA (Italia) - CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA E ARTIGIANATO (Italia)

SETTORE INTERVENTO
Istruzione

IMPATTO PREVISTO
Europeo

PAROLE CHIAVE
Valutazione - Certificazione

OBIETTIVI
  • l’individuazione di un nuovo metodo di convalida delle competenze per i giovani che non possono o non desiderano entrare in un sistema formale che prevede il rilascio di un diploma,
  • la costituzione di una rete europea di centri di formazione, di imprese, di organismi che lavorino all’individuazione delle conoscenze multitecnologiche;
  • la classificazione di unità di conoscenze di base in ambito multitecnologico (elettrico-elettronico-meccanico);
  • individuare i contenuti relativi alle unità di competenze;
  • individuare e concordare il metodo di certificazione delle competenze;
  • disseminare i prodotti del progetto.
BENEFICIARI
  • giovani lavoratori non diplomati
  • Assessorato Regionale alla Formazione Professionale
  • Istruzione Professionale
  • Associazione di imprese
  • Istituzioni Pubbliche Regionali
  • Associazioni di Categoria.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE
Obiettivo principale del progetto è quello di far sì che ogni individuo possa farsi riconoscere e certificare le competenze acquisite fuori dai canali ufficiali dell’istruzione e che ricadono nel patrimonio culturale dei settori produttivi e nello specifico nei settori dell’elettronica e della meccanica.

Beneficiari finali del prodotto realizzato possono essere tutti i lavoratori, poiché realizzando una classificazione dei profili professionali si realizza un effettivo riconoscimento legale delle competenze acquisite lungo tutto l’arco della vita in tutto il territorio dell’Unione Europea.

La valorizzazione e la circolazione in ambito europeo di competenze e profili professionali correttamente riconosciuti facilita l’integrazione e la mobilità nel mercato occupazionale e fa acquisire al lavoratore un ruolo dinamico.

Il prodotto finale realizzato è un CD-Rom multimediale e interattivo, i cui contenuti sono presentati nelle lingue italiana, inglese, spagnola, portoghese e greca.

Nel CD-Rom viene presentato il progetto, i partner che hanno lavorato all’implementazione dello stesso e nell’area intitolata ‘prodotti’ sono raccolti i documenti finali che sono stati realizzati.

I documenti finali sono 6:

  • Il primo documento, intitolato “Rapporto conoscitivo di settore”, illustra gli obiettivi generali del Programma Leonardo e mette l’accento sulla situazione italiana e dei paesi coinvolti nel progetto per quanto concerne il mondo del lavoro e mette in luce quali siano le aspettative dei giovani in entrata nel mercato del lavoro;
  • nel secondo documento, intitolato “Competenze e Competitor”, viene condotta una puntuale e sintetica analisi del mercato del lavoro e dei problemi ad esso correlati, viene inoltre sviluppato lo schema generale e i contenuti che compongono il modello del Sistema di certificazione delle competenze;
  • in questo terzo documento, intitolato “Il Resf repertorio formativo degli standard formativi”, viene ipotizzato un esempio di modello operativo di classificazione con relativa codificazione dei profili professionali (UF) e competenze (UC) secondo la definizione e gli obiettivi indicati dal Libro Bianco di E. Cresson, aggiornati alle prospettive attuative da parte dei Paesi UE coinvolti nel progetto e delle esigenze del mercato del lavoro e dell’utenza;
  • nel quarto documento, intitolato “Individuazione-Classificazione-Certificazione” vengono sviluppati i modelli presentati nel documento num. 2 e che consentono di individuare i profili e le competenze ad esso relativi. I modelli sono 3 e sono: Modello 1 ‘Individuazione e Classificazione’ ; Modello 2 ‘Acquisizione di profili/competenze’ ; Modello 3 ‘Riconoscimento e certificazione di profili/competenze’;
  • il quinto documento intitolato “Il riconoscimento e la certificazione” contiene le ipotesi del metodo di valutazione dei titoli scolastici e formativi delle UF e delle UC;
  • il sesto documento, intitolato “Ricadute del progetto sulle attività formative e progettuali” contiene le conclusioni a cui si è giunti, relativamente alla tematica della certificazione, alla chiusura delle attività del progetto.

Il CD-Rom è disponibile presso l’ente contraente.