ANNO DI APPROVAZIONE
1997
TITOLO
Mapping acquatic-resources-enterprise - MARE
CONTRAENTE
  Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato
“Dino Ugo di Marzio”
Via Arapietra, 12
65124 Pescara
Tel. ++39-085414641
Fax ++39-085414641

SETTORE
I
MISURA
1.1.A/177
DURATA
3 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Matilde Tomassini

PARTENARIATO
A.P.C. (Grecia) - PROFIFORMA (Portogallo) - AQUATT (Irlanda) - COMEC (Italia)

SETTORE INTERVENTO
Ambiente

IMPATTO PREVISTO
Settoriale

PAROLE CHIAVE
Sviluppo nuove competenze

OBIETTIVI
• stabilire un confronto tra soluzioni nazionali differenti per la formazione professionale;
• integrare, in dimensione europea, le esperienze nazionali di formazione professionale;
• mettere a punto un percorso formativo, ampio e flessibile, adattabile in contesto europeo;
• realizzare il materiale didattico per rispondere all’esigenza italiana della nascente figura dell’operatore del mare, esperto in acquicoltura;
• innovare le modalità di erogazione del servizio di formazione professionale soprattutto per adattarlo alle esigenze degli adulti lavoratori.

BENEFICIARI
• gli utenti del settore dell’istruzione professionale;
• gli studenti degli Istituti Professionali;
• i lavoratori;
le agenzie per l’impiego, gli Enti Locali Territoriali, i Sindacati, le Associazioni di categoria

PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE
Obiettivo principale del progetto era quello di mettere a punto un percorso formativo, flessibile, adattabile a tutto il contesto europeo, che rispondesse alle esigenze della nuova figura professionale dell’operatore del mare, esperto in acquacoltura.
Il tecnico dell’acquacoltura oltre ad applicare nuove procedure professionali può apportare significativi cambiamenti nel settore della pesca.
Beneficiari del materiale didattico realizzato sono da una parte coloro che già operano nel settore e desiderano ampliare le loro conoscenze , dall’altra gli studenti.
Il primo prodotto realizzato è un manuale, su supporto cartaceo, intitolato Ambienti acquatici, disponibile sia in lingua italiana che in lingua inglese.
Il manuale è composto da 7 capitoli:
- Ecologia generale;
- Elementi di ecologia marina;
- Ecosistema dei fiumi;
- Laghi;
- Navigazione,
- Normativa in temi di pesca ed acquicoltura
- Il mare com’è come lo vorrei.
Il manuale tratta in maniera semplice e schematica le principale questioni inerenti l’ecologia e funge da premessa e quasi da introduzione allo studio degli argomenti che sono invece trattati nel secondo manuale che è stato realizzato.

Il secondo prodotto, infatti, è un volume, su supporto cartaceo, intitolato An introduction to Acquicolture disponibile sia in lingua inglese che in lingua italiana.
Il manuale si compone di 11 capitoli:
- Acquaculture;
- Fish Biology,
- Farming Rainbow Trout;
- Farming sea bass and sea bream;
- Eels and eel farming;
- Biology of Bivalve Molluscs;
- Farming mussels in Europe;
- Clam Fisgeries and Clam Farming;
- Producine live foods: Micro-algae, rotifers, artemia;
- Bivalve mollusc: quality; purification and public health;
- Simple husbandry projects;
Ogni capitolo è suddiviso in sezioni nelle quali vengono illustrati e analizzate le diverse problematiche.
A conclusione del manuale è presente una sintetica bibliografi di testi inerenti la tematica affrontata e un elenco di siti che possono essere consultati per approfondire ulteriormente gli argomenti trattati nel manuale. E’ inoltre presente un sintetico glossario con la spiegazione dei principali termini tecnici utilizzati.

Come corollario dei due manuali è stata realizzata un’altra pubblicazione: Il mare com’è, come lo vorrei, esplorando il mare dai disegni dei bambini, in questo volume sono stati raccolti i disegni realizzati dai ragazzi della 1 e 2 e che rappresentano la loro idea di mare: così come lo immaginano o per come lo hanno visto.

Il terzo prodotto realizzato è un CD-Rom multimediale e interattivo, in lingua italiana, nel quale viene illustrato il software realizzato per gestire e riorganizzare le informazioni in possesso del tenico dell’acquacoltura.

I prodotti sono disponibili presso l’ente contraente.