ANNO DI APPROVAZIONE
1995
TITOLO
Safemedia.
Safety training through
multimedia and telematic tools
CONTRAENTE
CONFCOMMERCIO
P.zza G. Belli
00153 Roma
Tel. 06/5866362
Fax 06/5809425
SETTORE
II
MISURA
1.1.A/156
DURATA
3 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Basilio Mussolin
PARTENARIATO (nazionale/transnazionale)
OVD (Olanda) - CONFEDERACION DE COMERCIO DE CATALUNA (Spagna) - FILCAMS-CGIL (Italia)
SETTORE INTERVENTO
Alberghiero/Commerciale
IMPATTO PREVISTO
Europeo/Regionale/Settoriale
PAROLE CHIAVE
Formazione a distanza/
Piccola e media impresa/
Nuove tecnologie e formazione
OBIETTIVI
*Sviluppare skills e tecniche per la formazione nel settore della sicurezza sul lavoro attraverso l’applicazione di standard basati sulla competenza.
*Analizzare il fabbisogno di formazione collegato ai piani di formazione individuali e la progettazione di moduli sulla sicurezza per imprenditori e lavoratori.
BENEFICIARI
*Personale impiegato nelle strutture partner.
*Lavoratori delle PMI.
*Imprenditori.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE

Il prodotto del progetto consiste in 5 moduli formativi riguardanti la sicurezza sul lavoro. I materiali didattici sono stati concepiti come valido sussidio didattico per i professionisti della formazione aziendale, al fine di rendere più efficace il loro intervento nell'ambito della prevenzione degli incidenti sul lavoro. Il materiale prodotto e costruito in modo da essere facilmente riutilizzabile (in ambienti e da persone diverse) e facilmente modificabile e aggiornabile, infatti consente di:

- evitare al docente di dover dedicare tempo alla preparazione previa dell'aula, se non in termini di presa visione del materiale e selezione degli argomenti;
- garantire un predeterminato livello di qualità dei contenuti didattici;
- agevolare la progettazione di massima delle iniziative di formazione grazie alla mappa di moduli cui è stata suddivisa l'area dei contenuti.
I materiali sono stati divisi in 5 moduli e 20 unità didattiche:

- il primo modulo (Introduction on safety) tratta la legislazione italiana vigente, la formazione dei preposti alla sicurezza sul lavoro, la diversità dei ruoli e relative peculiarità comprendendo anche una cronologia normativa utile per inquadrare in quale contesto giuridico si lavora.

- il secondo modulo (Risks analysis and evaluation) tratta l'analisi e valutazione del rischio per mezzo di una panoramica sulle norme generali per prevenire gli incidenti sul lavoro, i più diffusi dispositivi di protezione individuale e le metodologie adatte a identificare, quantificare e valutare i fattori di rischio.

- il terzo modulo (Eletrical Plants) affronta gli aspetti riguardanti la salvaguardia degli operatori, degli impianti ,nonché la normativa specifica relativa al rischio elettrico. Gli argomenti trattati sono i seguenti: panorama normativo e principi generali; sistemi elettrici e messa a terra degli impianti; effetti della corrente sul corpo umano; criteri per la scelta delle misure di prevenzione; disposizioni per l'esecuzione di lavori in tensione.

- Il quarto (Fires) concerne la prevenzione e lotta contro il pericolo determinato dal fuoco. Vengono, in questo modulo, trattati gli aspetti più tecnici della chimica del fuoco e degli strumenti per la prevenzione ed estinzione dello stesso. Particolare attenzione è in questo modulo rivolta al comportamento umano in situazioni di pericolo, al fine di dominare gli effetti derivanti dal panico.

- L'ultimo modulo (Video Terminals) si occupa della problematica connessa alla sicurezza negli uffici ed al rischio comportato dall'utilizzo dei videoterminali. La particolarità di tale trattazione risiede nella pragmaticità con cui i contenuti vengono veicolati, tenuto in considerazione la particolarità dell'argomento e quella del discente.

I materiali sono disponibili in lingua italiana, inglese e spagnola (le traduzioni in inglese e spagnolo non sono ancora on line) sul sito http://projects.elis.org/leonardo dove è possibile visionare o scaricare i materiali on line.

Inoltre l'intero pacchetto è stato inserito su un CD-Rom, reso accessibile tramite un'interfaccia amichevole col quale è possibile esaminare a video o stampare i materiali nella lingua prescelta. Il CD-Rom può essere richiesto all'organismo contraente.