ANNO DI APPROVAZIONE
1995
TITOLO
Qualify and strengthen women presence
in the contractual bargain process
CONTRAENTE
CERTAM
Via degli Anamari, 20
00185 Roma
Tel. 06/4455252
Fax 06/4455253
SETTORE
II
MISURA
1.1.D/146
DURATA
3 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Alberto La Porta
PARTENARIATO (nazionale/transnazionale)
UGT FEDERATION ESTATAL DE TRANSPORTES (Spagna) - FETCOMAR CC.OO. (Spagna) - CGT FEDERATION DE CHEMINOTS (Francia) - FO FEDERATION DE CHEMINOTS (Francia) - CFDT FGTE (Francia) - FERROVIE DELLO STATO S.p.A. (Italia) - UIL TRASPORTI (Italia) - CISL FIT (Italia) - CGIL FILT (Italia) - FISAFS (Italia)
SETTORE INTERVENTO
Trasporti/Sindacale
IMPATTO PREVISTO
Europeo/
Settoriale/
Dialogo sociale
PAROLE CHIAVE
Pari opportunità/
Dialogo sociale/
Formazione formatori/
Cambiamenti organizzativi
OBIETTIVI
*Rafforzare e qualificare la presenza femminile nelle negoziazioni sindacali attraverso la creazione di condizioni organizzative favorevoli all’inserimento di donne all’interno di tali processi.
BENEFICIARI
* Donne presenti nelle Organizzazioni Sindacali del settore dei trasporti.
* Addette operative nell’azienda F.S. S.p.A., nel caso italiano.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE

Il prodotto del progetto consiste nella progettazione, simulazione e validazione di un modello di formazione sulla negoziazione contrattuale per donne. Il prodotto finale dal titolo PINK "GHETTO BERGAING" è un ipertesto monomediale su CD-Rom, attraverso il quale è possibile ripercorrere le fasi del progetto e prendere visione del modello di formazione sulla negoziazione per donne.

Il Cd-Rom è suddiviso in undici sezioni, di cui le prime quattro si articolano come segue:

1. Il progetto nelle sue linee generali. In questa sezione viene presentato il progetto, le fasi di sviluppo e gli esiti che ha avuto.

2. La ricerca sulle ragioni della scarsa presenza femminile all'interno delle negoziazioni sindacali. La ricerca, della durata di otto mesi, è stata svolta allo scopo di individuare le ragioni che tendono ad escludere, o a far sì che si autoescludano, le donne dalle negoziazioni. La ricerca si è basata su strumenti per lo più qualitativi: interviste a testimoni privilegiati del processo di negoziazione (responsabili aziendali e sindacali, esperti di relazioni industriali, esponenti dei movimenti e delle associazioni femminili); interviste in profondità e somministrazione di questionari semistrutturati alle donne coinvolte direttamente o indirettamente nelle negoziazioni.

3. La formazione dei formatori. In questa terza sezione viene presentata l'attività svolta per la formazione dei formatori destinati a implementare il modello di formazione per le donne.

L'obiettivo è stato quello di formare un gruppo di formatori in grado di gestire in piena autonomia le attività di formazione destinate alle donne impegnate in attività di negoziazione. I contenuti su cui è stata focalizzata l'attenzione sono stati: la comunicazione assertiva e non aggressiva e teorie e tecniche della negoziazione distributiva ed integrativa. Su questi argomenti sono stati utilizzati dei materiali didattici specifici. L'attività di formazione formatori si è svolta in tre moduli successivi, nei mesi di marzo, maggio e giugno 1997, con sede Foligno. Tutta l'attività è stata valutata attraverso la predisposizione di un sistema di valutazione.

4. Il modello di formazione. Attraverso l'analisi delle cause di esclusione delle donne dai momenti negoziali e l'estrapolazione di un lista di indicatori significativi riguardo alle situazione di handicap d'accesso è stato costruito un modello aperto, che può essere facilmente implementato su una gamma sufficientemente ampia di organizzazioni e quindi su un range altrettanto ampio di situazioni discriminanti. Il modello di formazione si articola in due moduli, il primo di tre giorni ed il secondo, a distanza di circa un mese, di due giorni. La scelta di articolare il modello di formazione su due moduli distanti tra loro è stata fatta per consentire ai partecipanti coinvolti di avere un tempo intermedio fra i due moduli che permettesse, da un lato una sedimentazione delle nozioni apprese e, dall'altro, di cominciare a sperimentare nelle concrete situazioni operative le abilità acquisite nel corso del primo modulo. Per lo svolgimento delle attività didattiche sono stati predisposti specifici materiali didattici. Inoltre il modello di formazione prevede un sistema di valutazione.

Le sezioni cinque e sei del CD-Rom descrivono lo sviluppo del modello di formazione: sono state, infatti, realizzate le sessioni sperimentali del modello in tutti i paesi partner e le attività di disseminazione.

Le sezione sette presenta i dati sul contesto aziendale delle FS, mentre nella sezione otto è possibile visionare la normativa europea sulle pari opportunità. Le ultime sezioni del CD-Rom riguardano gli sviluppi del progetto in Francia e Spagna. Infine è, presente una bibliografia di riferimento.

Il CD-Rom, destinato a formatori e progettisti della formazione, quadri e responsabili di risorse umane e alle donne presenti nelle Organizzazioni Sindacali del settore dei trasporti, è disponibile nella versione finale in italiano, francese e spagnolo presso l'organismo contraente.