ANNO DI APPROVAZIONE
1996
TITOLO
Non profit
CONTRAENTE
ECOTER - Istituto di Ricerca e
Progettazione Economica e Territoriale
Via Tevere, 44
00198 Roma
Tel. 06/8411243
Fax 06/8411459
SETTORE
III
MISURA
2.A/134
DURATA
2 anni
PERSONA DA CONTATTARE
Claudio Mazziotta
PARTENARIATO (nazionale/transnazionale)
UNIVERSITE’ DE LIEGE CENTRE D’ECONOMIE SOCIALE (Belgio) - CEPES (Spagna) - IRES (Francia) -NCVO (Regno Unito) - UIL (Italia) - CGM (Italia) - CGIL (Italia)
SETTORE INTERVENTO
Terzo settore
IMPATTO PREVISTO
Settoriale
PAROLE CHIAVE
Cambiamenti organizzativi/
Dialogo sociale/
Settore no-profit
OBIETTIVI
* Contribuire alla promozione di investimenti in risorse umane nel settore non-profit.
* Rilevare i fabbisogni formativi e promuovere l’aggiornamento del personale (dipendente e volontario) che è chiamato a svolgere ruoli strategici trasversali nelle organizzazioni non profit.
* Contribuire ad una maggiore professionalizzazione del settore come uno degli elementi strategici per lo sviluppo dell’economia sociale.
BENEFICIARI
* Istituzioni comunitarie e nazionali.
* Organizzazioni non profit.
* Parti sociali e agenzie formative.
PRODOTTI REALIZZATI O IN FASE DI REALIZZAZIONE

Il prodotto finale del progetto è costituito da un rapporto di ricerca dal titolo "Development of human resources and training requirement of non profit sector in Europe" in quattro volumi. L'indagine è finalizzata alla verifica dell'evoluzione del terzo settore, per ciò che riguarda la struttura gestionale, l'offerta formativa esistente ed i fabbisogni non ancora soddisfatti, i profili professionali emergenti e le prospettive di sviluppo, con l'obiettivo di sensibilizzare le istituzioni, le organizzazioni no profit, gli enti di formazione e le parti sociali sulla necessità di nuove strategie per la formazione specifica degli operatori.

Il primo volume del rapporto (Risultati generali) raccoglie i risultati principali della ricerca. Esso delinea le caratteristiche attuali e gli scenari futuri del non profit, a partire dall'analisi dei cinque paesi considerati (Italia, Belgio, Francia, Spagna e Regno Unito) e ponendosi come orizzonte l'insieme dell'Europa. In particolare, il testo approfondisce i nodi critici relativi alle modalità organizzative, alla gestione delle risorse umane ed ai fabbisogni formativi del personale salariato e volontario, focalizzando l'analisi soprattutto sulle figure manageriali trasversali cui sono richieste competenze in materia di relazioni esterne, raccolta fondi e sponsorizzazioni, marketing, gestione delle risorse umane e finanziarie. Sulla base di tale indagine, si procede a definire gli elementi essenziali di un curriculum formativo per "manager del non profit", in termini di formazione di base, competenze strategiche, conoscenze specifiche, skill trasversali. Per quanto riguarda gli scenari futuri del settore, il rapporto individua i fabbisogni di figure professionali, le potenzialità di sviluppo occupazionale e le possibili criticità, per poi delineare strategie e proposte di intervento per il training e la valorizzazione delle risorse umane nel non profit.

Il secondo volume (I profili nazionali. Quadro istituzionale, economico ed occupazionale) analizza nel dettaglio la situazione del non profit nei cinque paesi europei presi in considerazione. Gli approfondimenti riguardano essenzialmente il quadro istituzionale e normativo relativo al terzo settore, le politiche occupazionali adottate, le dimensioni economiche e le caratteristiche strutturali delle organizzazioni non profit, i profili professionali emergenti e le prospettive di sviluppo futuro. Le informazioni raccolte provengono dalle fonti statistiche e dalla documentazione disponibile.

Il terzo volume (Delphi survey: risultati per paese. Scenari, fabbisogni, strategie) propone una lettura per singolo paese delle peculiari linee di tendenza, in corso e future, del settore, nonché della tematica dello sviluppo delle risorse umane e dei fabbisogni formativi. L'indagine si è svolta attraverso la somministrazione, ad un panel di esperti dei cinque paesi, di due successivi questionari e la conseguente elaborazione dei dati così raccolti. In appendice, il testo riporta una dettagliata spiegazione della metodologia di lavoro prescelta, i testi dei questionari e le tabelle relative ai risultati finali dell'indagine.

Il quarto volume (Risorse umane e non profit in Italia. Approfondimenti) studia, focalizzando sul caso italiano, alcune tematiche chiave per la ricerca quali: la specificità della contrattazione nel terzo settore; l'emergere di nuove figure professionali e percorsi formativi. Quest'ultimo aspetto è analizzato attraverso una lettura organizzativa e professionale applicata a cinque studi di caso su altrettante importanti organizzazioni non profit, diverse per struttura, scopi e ambito di attività.

Il rapporto, nella sua versione definitiva, è un testo cartaceo, disponibile per consultazione presso l'organismo contraente. Del primo volume sono state redatte due diverse versioni (in italiano ed in inglese), mentre di tutti gli altri esiste un'unica versione con parti nelle due lingue. Abstract del rapporto sono stati elaborati e messi in rete, al sito Internet http://www.innovanet.it; inoltre, al fine di introdurre un elemento interattivo per la diffusione dei risultati del progetto, è stato attivato un indirizzo di posta elettronica ( leonardo@innovanet.it ).

Il prodotto si rivolge ai responsabili/decisori delle politiche di formazione professionale, ai dirigenti ed ai responsabili della formazione delle organizzazioni non profit, agli specialisti di risorse umane, nonché agli operatori del settore.