ABSTRACT

"Valorizzare l'Apprendistato nell'industria" è il titolo di un progetto pilota a carattere transnazionale realizzato nel quadro del programma comunitario Leonardo Da Vinci; la priorità perseguita è il ravvicinamento fra istituti di istruzione o di formazione professionale e le imprese, facilitando il passaggio dalla scuola al mondo del lavoro.

Il contesto in cui nasce il Progetto:
L'evoluzione della produzione industriale richiede da parte della forza lavoro livelli crescenti di cultura e di competenze professionali; l'introduzione di tecnologie sofisticate e l'adozione di modelli organizzativi che implicano maggiori livelli di responsabilità dovrebbe essere accompagnata da una parallela evoluzione nella qualità della risorsa umana, affinché tali mutamenti diano i risultati sperati in termini di produttività.
Le istituzioni formative e i centri di formazione professionale non si sono dimostrati sempre in grado di seguire i rapidi mutamenti del mercato, non riuscendo quindi a fornire un'offerta formativa di qualità adeguata.

I bisogni che il Progetto soddisfa:
Tale evoluzione del mondo produttivo richiede una preparazione sia culturale che professionale, che si può ottenere solo a patto di una forte integrazione tra formazione e lavoro. Infatti le competenze e le conoscenze richieste sono soltanto in parte acquisibili attraverso un percorso scolastico, e devono essere integrate con conoscenze e capacità che possono essere trasmesse solo dall'azienda.
La formazione in alternanza è presente, in diverse forme, in tutti i paesi europei e in Italia essa ha trovato nell'apprendistato la formula ideale: oggi però tale strumento, per una serie di vincoli giuridici che si sono accumulati nel tempo e carenze nei contenuti formativi ormai inadeguati, risponde sempre meno alle finalità originali, tanto da essere ormai relegato al solo settore artigiano.
Negli ultimi tempi il settore manufatturiero sta cercando, anche attraverso lo strumento contrattuale, di riappropriarsi dell'apprendistato, cercando di rimuovere gli ostacoli di varia natura che oggi lo caratterizzano.

La strategia organizzativa adottata:
Tutti i paesi partners affrontano gli stessi problemi in termini di necessità di integrare il sistema formativo ed il mondo del lavoro, superando il dualismo tra formazione teorica e pratica, e condividono il metodo del confronto, che vede coinvolte le parti sociali, per la ricerca e la sperimentazione di soluzioni nuove.

Obiettivo del progetto:
Il Progetto persegue l'obiettivo della promozione della formazione professionale dei giovani per prepararli alla vita adulta e di lavoro, tenendo conto delle esigenze della società e dei mutamenti tecnologici, specie attraverso l'integrazione tra contenuti teorici (aggiornati attraverso le conoscenze sull'evoluzione delle tecnologie e dei modelli produttivi) e pratici della formazione.

Il Progetto mira, in particolare, a rilanciare lo strumento dell'apprendistato, individuandovi, anche attraverso il confronto internazionale, gli elementi che permettano di adattarlo al contesto sociale ed economico attuale.