ABSTRACT

Con il presente opuscolo ci si propone di esporre in che cosa consista, nella gestione della sicurezza del lavoro, il modello partecipativo che la legislazione di recente introduzione, con la regia dell'Unione Europea, chiede e consiglia di realizzare.

A tale proposito, questa pubblicazione intende innanzitutto illustrare la filosofia alla base della normativa, facendo riferimento anche alle esperienze, assai istruttive, di altri Paesi membri dell'Unione.

Si analizzano, nel contesto italiano, le regole della sicurezza partecipata ed il ruolo che assumano in essa gli organismi paritetici tra datori e lavoratori.

Infine, per concludere si cerca di chiarire come, alla base del sistema, risieda il principio della formazione continua, strettamente connesso alla filosofia della c.d. Qualità Totale.

In appendice, è stato riportato un breve ed essenziale elenco di indirizzi utili relativi ad alcuni degli attori pubblici e privati di questo complesso e articolato sistema.